Benvenuta nel mio mondo creativo

Ciao, sono Mariangela


Sono una crafter e coach creativa per donne creative che vogliono trovare o ritrovare la propria creatività, sviluppare i propri talenti e trovare la strada migliore per realizzare i propri obiettivi. Lo faccio usando un mix di manualità e coaching attraverso varie tecniche.
Grazie ai miei multipoteri ti aiuto a fare ordine nella tua vita e nel tuo BIZ per raggiungere la vita che desideri.

scopri di più su di me
Gli ultimi articoli dal blog

19 febbraio 2020

10 idee di selfcare con il Bullet Journal

10 idee di selfcare con il Bullet Journal

19 febbraio 2020

10-idee-di-selfcare-bullet-journal

Mi sono avvicinata al journaling da poco tempo, e dopo aver iniziato ad usare il Bullet Journal per tenere traccia delle mie attività quotidiane, delle abitudini, degli impegni, delle citazioni preferite dei libri o del mio ciclo. Il BuJo è per me anche un grande supporto per il mio appuntamento con l'artista: trasferisco tutto il mio lato artistico con l'uso di colori, adesivi, washitape e calligrafia pur mantenendo il mio stile minimal.


Una delle cose che ho imparato in questi anni di formazione e lavoro su me stessa è che la prima azione da fare se volgiamo davvero prenderci cura di noi è pianificare il momento di self care in agenda.
Se segni l'appuntamento della parrucchiera in agenda sarà molto più facile per te rispettare quell'impegno, prima di tutto nei tuoi confronti e secondo nel rispetto del tempo preso con la tua parrucchiera. Se invece dici a te stessa che sì, un giorno di questo mese andrai a fare il nuovo colore e tagliare le doppie punte, sta sicura che il mese passa che tu dalla parrucchiera non hai messo piede.

Il self care è un qualsiasi gesto che noi facciamo per il nostro benessere. Può essere qualcosa che ci fa star bene a livello fisico, mentale o emotivo.


Il Bullet Journal è prima di tutto un sistema di pianificazione, ma grazie alle liste e alle raccolte, è possibile inserire molto di più di semplici appuntamenti.

Febbraio, il mese dell'amore per eccellenza, è il momento giusto per portare una nuova abitudine nella tua vita dedicata al self care.


Perchè usare il Bullet Journal per il self care?


  • per fissare del tempo da dedicare a te stessa ritagliandoti dello spazio per staccare con la tua routine quotidiana
  • è provato che la scrittura diminuisce lo stress e l'ansia perchè ti permette di liberarti di pesi e problemi che ti tieni dentro
  • sviluppa la creatività perchè puoi esprimere sentimenti ed emozioni attraverso la manualità e favorire l'ispirazione, proprio come una qualsiasi disciplina artistica



Come usare il bullet journal per il tuo self care 


Ci sono moltissimi modi in cui puoi prenderti cura di te. In questo post voglio suggerirti degli spunti per usare il journaling e il Bullet Journal per prenderti un momento tutto per te.

Ecco 10 idee per inserire nel tuo BuJo pagine speciali dedicate alla cura di te.

#1 check list per il self care personale


Usa le liste per segnare tutte le attività per la cura del corpo e il benessere della nostra persona che ami fare o che desideri fare.


#2 citazioni positive


Le citazioni piacciono sempre molto. Inizia la settimana o la giornata con una bella frase motivazionale che carichi il tuo spirito per affrontare le tue sfide.


#3 la tua personale routine


Hai delle routine o ti servirebbe crearne una per il tuo self care? Attraverso uno schema lineare o una mappa mentale stabilisci la tua routine quotidiana o quali attività vuoi inserire nella tua quotidianità per essere più in forma o per integrare la pratica spiturale.



#4 pagine della gratitudine


E' dimostrato che la gratitudine è un atto di cura per la nostra felicità. Essere grati ogni giorno per qualcosa, anche piccolo, ci fa sentire l'abbondanza che  già presente nella nostra vita.


#5 lista di selfcare


Non solo il corpo ha bisogno di essere curato, ma  anche il nostro spirito, la nostra mente e le nostre relazioni. Ecco una lista da cui prendere spunto per crearne una personalizzata con le nostre pratiche di selcare.


#6 art journaling


Crea una bacheca di ispirazione creata specifica per il selfcare. E' un momento di assoluta creatività e manualità che fa bene e al tempo stesso aiuta a visualizzare la vita che vogliamo.


#7 una chellege di selfcare


Una challenge mensile o annuale è un valido aiuto per il nostro selfcare: le sfide ci motivano per introdurre una nuova abitudine o mantenere una costanza nel rispettare le regole e portare a termine i nostri compiti.

#8 mood taker


Il monitoraggio del nostro umore ci permette di conoscerci meglio, di capire quali sono i momenti di maggior energia e di sfruttarli per la nostra produttività. Tracciare l'andamento del nostro stato fisico e mentale ci può offrire molti benefici in diversi ambiti.

#9 calendario lunare del ciclo


In quanto donne siamo esseri ciclici. Oltre al monitoraggio del nostro umore e del livello di energia è interessante tracciare anche le influenze della Luna e delle sue varie fasi su di noi.



#10 Liste d'amore




Come ultimo suggerimento ti consiglio questo articolo con 101 prompt per le tue liste d'amore. Puoi trovare l'ispirazione per scrivere le tue pagine di self care partendo da questo elenco di parole.


Prendersi cura di se' stessi è molto importante, se noi stiamo bene e in armonia lo riflettiamo anche a chi ci sta accanto. Non sempre è facile prendersi del tempo per se stesse. Spesso anche un solo piccolo gesto fatto ogni giorno basta per prendersi cura di noi e farci felici.


Pinna e condividi il post ♥




Credit Photo by Freshh Connection - Unsplash

12 febbraio 2020

L'arte delle liste: come scrivere to-do-list davvero efficaci

L'arte delle liste: come scrivere to-do-list davvero efficaci

12 febbraio 2020

l-arte-delle-liste-come-scrivere-to-do-list-efficaci


Le liste, le famose to-do-list, sono il metodo più diffuso e utilizzato per aumentare la produttività personale. Dalla semplice lista della spesa alle liste più complesse delle attività di lavoro le to do list sono uno strumento veloce e pratico per mettere appuntare le cose che dobbiamo fare.


Quando abbiamo la testa affollata di pensieri, una lista ci aiuta a tirar fuori le idee e fare il punto su come dobbiamo muoverci. La to do list ci serve per mettere in ordine una serie di compiti da svolgere o anche solo per ricordarci gli eventi o appuntare gli step da seguire di un determinato flusso di lavoro per un progetto su cui dobbiamo lavorare.

Ecco che, come capita molto di frequente, a fine giornata la tua lista è barrata per 1/3, ti senti in colpa per non essere stata così produttiva come avresti voluto e il giorno, dopo molto probabilmente, carichi la tua to do list di tutto quello che non sei riuscita a fare il giorno prima.

Ti sarà capitato di scrivere le tue liste giornaliere ma di non riuscire a portare a termine tutte le attività che ci avevi segnato sopra.
Questo capita perchè una lista deve essere scritta nel modo giusto per essere efficace, altrimenti i tuoi impegni rimarranno incompiuti o trascinati nel tempo per chissà quanto.

Come possiamo scrivere una To do List che funzioni?

Ecco i miei consigli. Se li segui, ti assicuro che riuscirai a spuntare tutte le crocette della tua lista e arrivare a fine giornata molto soddisfatta per ciò che hai realizzato. E ne caso in qui le voci non siano tutte spuntate (cosa che accade!) non disperarti ma cerca di capire come puoi strutturare meglio le tue liste affinchè siano più gestibili per te.


Come creare una to do list davvero efficace



A cosa serve la to do list


Ci sono un'infinità di liste. Qui mi limito a parlati in generale di quelle che usiamo nel nostro quotidiano per gli impegni vita-lavoro.

Una lista può avere una duplice funzione:

  1. ti aiuta a definire i compiti da portare a termine creando un flusso di lavoro schematico da seguire per non perdere tempo
  2. ti aiuta a svuotare la mente per appuntare idee, ispirazioni, note che hai bisogno di leggere o rivedere nel futuro e di riprendere in mano in un secondo momento per svilupparle meglio


Prima ancora di compilare la to do list quello che devi sapere è cosa metterci dentro. Per fare questo devi conoscere quali sono le tue priorità e sapere  suddividere le varie attività all'interno della tua giornata lavorativa.

Una lista deve essere un supporto a cui ti affidi per mantenere la rotta in ciò che devi fare, non deve essere fonte di ansia e di stress. Sei tu che decidi cosa scriverci dentro, non è la lista che ti comanda le cose da fare.

Differenzia le liste in modo da tenere traccia delle cose che desideri ma che hanno finalità diverse. Una lista dei libri da leggere è ben diversa dalla lista della spesa, come pure una lista delle possibili destinazioni delle tue prossime vacanze è differente dalla to do list dei task giornalieri di lavoro.

Per ogni lista utilizza un luogo diverso dove tenerne traccia per non creare confusione. Può essere una app, un programma dedicato, un quaderno o un taccuino. A questo proposito ti può essere molto d'aiuto il metodo delle raccolte, o collezioni, del Bullet Journal per tenere tutto in un unico posto, ma in modo ordinato!


come-scrivere-to-do-list-efficaci



Cosa scrivere nella to do list


Una lista deve contenere solamente le attività che devono essere eseguite in un determinato lasso di tempo. Tutto il resto, le idee che ti vengono in mente in corso d'opera per intenderci, vanno segnate su un altro quaderno o supporto per non allungare la tua to do list.

Attenersi alla lista di compiti vuol dire aver pianificato in anticipo cosa fare e in quanto tempo farlo, perciò sarebbe controproducente aggiungere altre attività all'elenco. Considera anche la possibilità (che sappiamo esserci sempre) degli imprevisti!


Per organizzare la tua lista puoi seguire questi tre punti:

  • cosa fare: scrivi la nota in modo breve, con termini specifici e utilizzando dei verbi di azione che aiutano della definizione dei task come ad esempio "scrivere scheda prodotto nuova bag"
  • quando farlo: scrivi la scadenza della tua attività e una stima del tempo che impiegherai ad eseguirla. 
  • dove farlo: scrivi il luogo in cui si svolge l'azione, questo ti aiuta ad ottimizzare eventuali spostamenti nel caso tu abbia dei compiti da svolgere per lavoro e per casa nello stesso lasso di tempo. 


Come organizzare la to do list


C'è chi nella to do list segna di tutto: promemoria, appuntamenti, cose da fare, parole chiave, compleanni, telefonate, ecc.

Una lista deve essere tanto flessibile da permettere di cambiare le attività e far fronte agli imprevisti, quanto rigida da garantirti di portare a termine tutti i compiti che hai inserito.

Ognuno deve trovare il suo metodo per compilare e seguire la sua lista, ma ti posso dare dei suggerimenti per gestire meglio il tempo per organizzare le liste e far sì che siano più efficaci.

  • Individua le 3 attività che per te sono le più importanti che devi assolutamente svolgere quel determinato giorno e che non possono essere rimandate
  • Inserisci nella lista non più di 10 task da svolgere
  • Nel pianificare le attività prevedi quali momenti sono più adatti a svolgere particolari compiti in cui il tuo livello di energia è più alto e quindi sei più produttiva
  • Spacchetta i progetti più grandi in micro-progetti più piccoli e fattibili. Ti potrebbe sembrare di allungare il tempo di realizzazione di quel lavoro, invece, stai rendendo più attuabili e sostenibili tutti i passaggi per raggiungere l'obiettivo
  • Pianifica del tempo per compilare la tua lista: dedica ogni giorno del tempo per preparare il tuo elenco. Può essere al mattino appena sveglia o anche la sera prima per programmare il giorno successivo
  • Dedica un momento della giornata per il controllo della lista e verificare che tutti i task siano stati completati, quali non sono più necessari, cosa non sei riuscita a portare a termine e devi riscrivere per il giorno dopo

il-potere-delle-liste-come-scrivere-liste-efficaci

Quali strumenti usare per le liste


Non esiste uno strumento perfetto. Ogni lista ha il suo scopo e ognuno di noi preferisce usare mezzi analogici o digitali o fare un mix dei due. Io adoro carta e penna e appunto tutte le mie liste sul mio Paper Book, ma in alcuni ambiti, come quello casa/famiglia, utilizzo anche le app sincronizzando i dati per essere accessibili ovunque.

Qui ti consiglio qualche strumento utile da sperimentare e qualche risorsa per approfondire il tema delle liste

App e piattaforme

Todoist : un'app per avere il controllo dei tuoi task direttamente sul telefono

Trello : usa le bacheche per creare i flussi di lavoro e sputare le cose fatte

Asana : piattaforma progettata per aiutare i team a organizzare, tenere traccia e gestire il proprio lavoro..

Remember The Milk : un'app per creare liste in modo divertente ma produttivo


Libri e articoli


50 idee di liste per scoprire chi sei : un'ebook ricco di liste di tutti i tipi

The 52 Lists Project : 52 liste, una alla settimana per ogni stagione

52 Lists for Happiness : 52 liste tutte sulla felicità



Per essere produttivi bisogna avere tempo, ma se il tempo non sappiamo usarlo bene e gli diamo il giusto valore, possiamo fare di tutto ma non raggiungeremo mai la produttività che vogliamo. Per questo ho creato un percorso gratuito che si chiama Spunti di Tempo. Sono delle pillole che arrivano nella tua inbox tutti i venerdì per un anno intero. Se vuoi sapere come usare meglio il tuo tempo iscriviti alla lista.



Pinna e condividi il post ♥


come-scrivere-to-do-list-efficaci


Photo Credit by Emma Matthews - Unsplash