Visualizzazione post con etichetta Blog. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Blog. Mostra tutti i post

15 gennaio 2018

Come pianificare e organizzare il tuo nuovo anno

Come pianificare e organizzare il tuo nuovo anno

15 gennaio 2018

come-pianificare-il-tuo-anno


Siamo finalmente entrati nel nuovo anno con un sacco di buoni propositi e una gran voglia di fare grandi cose. Per partire è importante avere gli strumenti giusti che ti serviranno per arrivare alla fine dell'anno e realizzare tutto ciò che desideri.
In realtà non servono tantissime cose, l'importante è che siano oggetti speciali e d'ispirazione per te, perchè sei tu l'artefice di ciò che realizzerai quest'anno!


Perchè è importante pianificare



Quando si parla di pianificazione c'è una gran confusione nell'associazione del termine e della sua messa in pratica tanto da portare ansia a chi pianifica e a chi non lo fa.
Pianificare significa regolare, organizzare, progettare secondo un piano ben preciso situazioni, avvenimenti ed eventi. Tutte le aziende che hanno una determinata struttura pianificano con largo anticipo le loro mosse; ma anche noi nel nostro piccolo, se ci pensi, pianifichiamo già molti mesi prima le nostre amate ferie. Si tratta quindi di trovare un metodo per organizzarsi in anticipo in funzione di ciò che dobbiamo realizzare, che sia il lancio di un prodotto o una vacanza alle Maldive.

Se siamo in grado di immaginare un evento allora siamo anche in grado di strutturare le azioni affinchè questo avvenga. La pianificazione nasce proprio con questo presupposto: pensare in modo strutturato in anticipo una serie di azioni cosicchè a far in modo che gli avvenimenti seguano un certo percorso che siamo noi a determinare.


Le domande da farsi per pianificare al meglio le attività


Prima di passare a selezionare gli strumenti pratici della tua pianificazione ci sono delle domande da porti.


Dove voglio andare?
Prima cosa devi chiarire il risultato che vuoi ottenere. All'inizio le idee sono molte e spesso confuse, bisogna fare ordine e stabilire le priorità. Ad esempio se voglio fare una vacanza di relax l'esigenza che devo soddisfare piuttosto chiara ma come la farò è ancora tutto da definire. 

Da dove parto?

Un'altra cosa molto importante è fare i conti con il percorso fatto finora, esso ti permette di valutare quali azioni mettere in atto nel futuro. Fai un'analisi obiettiva dell'anno passato, dove ti trovi e quali sono le risorse che hai a disposizione per procedere. Qual è il mio budget? Di quali vincoli devo tener conto? Quale risorse mi mancano che devo integrare? Ho bisogno di farmi aiutare da un esperto?

Quale strada devo seguire?

Ora puoi definire tutte le attività che ti permetteranno di raggiungere il tuo risultato finale. In questa fase è importante tenere presente che le variabili sono molte e la scelta della via da percorrere è tua, infatti puoi decidere di seguire la strada più veloce, o quella più economica, o ancora quella più lunga ma più sicura.  La cosa importante è scegliere la via che sei in grado di seguire, con i tuoi tempi e i tuoi modi per raggiungere i tuoi obiettivi. Puoi fare tutto da solo o scegliere di farti aiutare oppure delegare una parte delle attività.

Cosa potrebbe succedere durante il percorso?

Considera SEMPRE nella tua pianificazione una piccola parte dedicata agli imprevisti. Essi fanno parte delle nostre giornate e della nostra vita, e sono quelli che rompono la quotidianità e la routine delle nostre giornate. Nel tuo planning annuale tieni sempre in conto una percentuale di imprevisti che ti porterà via del tempo, cerca quindi di non riempirti l'agenda con tutto quello che ti viene in mente ma seleziona le cose più importanti lasciando dello spazio libero per quegli eventi che non puoi prevedere ora ma si verificheranno e non saranno per forza catastrofici (basta solo che si fermi l'auto di punto in bianco o tu debba cambiare il filtro della lavastoviglie).

Come faccio a sapere di essere sulla strada giusta?

Durante il percorso è importantissimo monitorare lo stato dei tuoi obiettivi per avere sempre sotto mano i risultati e correggere il tiro. Per raggiungere i risultati desiderati avrai pensato di fare determinate attività (fare un corso, scrivere dei testi, leggere dei libri, fare un percorso di coaching) che solo portandole a compimento ti permetteranno di arrivare ad ottenere i risultati prefissati. In caso contrario dovrai rivedere le attività e gli obiettivi e cercare di capire dove andare ad intervenire.


Gli strumenti con cui partire per pianificare il tuo anno


La parola dell'anno


E' già il terzo anno che scelgo la mia parola guida. Per questo 2018 sarà la parola AZIONE a farmi da guida, a tenere alta la mia motivazione e a far sì che metta in atto tutte quelle attività e idee che ho messo per iscritto.
Trovare la parola dell'anno è sempre emozionante e molto spesso è Lei che si presenta a te senza nemmeno che tu la cerchi. Chi l'ha sperimentato può dire di sicuro che funziona! Per approfondire l'argomento puoi leggere qui e farti seguire per 365 giorni di ispirazione.
Per festeggiare uno degli obiettivi che avevo l'anno scorso e ringraziare tutte le persone che lo hanno reso possibile ho realizzato una cornice floreale ispirata agli elementi naturali come foglie e fiori, tutta da colorare e decorare e in cui inserire al centro la parola dell'anno.
Se vuoi anche tu la cornice clicca qui , è gratis! Poi vieni su Instagram e condividi la tua parola.


L'agenda


Io credo che l'agenda perfetta non esista, ma esiste l'agenda che è perfetta per te e per un preciso momento della tua vita. Tutto cambia e si trasforma, sia nel BIZ che nella vita privata, perciò un'agenda dedicata al lavoro magari non sarà più così funzionale quando dovrai gestire anche dei figli e preferisci avere tutto in una così pure quando il tuo lavoro decolla e hai una gran mole di cose da fare non ti basterà più l'agendina da borsetta.
Io quest'anno ho preso questa  per la gestione di tutti gli appuntamenti e gli eventi importanti e sto lavorando con il mio Bullet Journal per la pianificazione più creativa delle mie attività partendo da un semplice Moleskine a pagine bianche.
Come vedi l'agenda è in funzione delle tue necessità. Se non sai proprio da dove iniziare nella scelta o hai qualche dubbio fai questo test per scoprire qual è la tua agenda.


Gli obiettivi


In questo momento è importante individuare e impostare gli obiettivi dell'anno: solo definendo bene la meta saprai esattamente quale strada prendere per arrivare a destinazione. Perciò non perdere altro tempo e metti nero su bianco quali sono gli obiettivi che intendi raggiungere quest'anno. Possono essere sia nell'ambito famigliare, nel tuo business o a livello personale. Non fissarne troppi però! Altrimenti rischierai di non raggiungerli tutti o addirittura nessuno. Inizia con sceglierne almeno 3, quelli che per te sono super importati, poi puoi aggiungerne altri più piccoli. La cosa importante è che siano scritti nel tuo planning o nella tua agenda e siano accompagnati da una data specifica entro i quali vuoi realizzarli, questo ti aiuterà  a stabilire i tempi in cui lavorarci. In questo post trovi 5 cose da fare per raggiungere i tuoi obiettivi.


L'intuizione


L'intuizione è una parte molto importante nella pianificazione e nel monitoraggio dell'andamento degli obiettivi. Circondati di tutto ciò che può aiutare, allenare, sviluppare la tua intuizione. Possono essere candele profumate, carte d'ispirazione, lo yoga, un libro, una consulenza di tarocchi, fare meditazione, scrivere le pagine del mattino.
Affinare l'intuito ti aiuta nelle scelte, ti segnala la via giusta da perseguire, ti fa scartare le idee non buone, ti illumina e ti fa ascoltare quello che veramente è dentro di te.

La cosa super importante è quella di non seguire le mode del momento o guardare quello che fanno gli altri. Trova sempre il metodo migliore per te a seconda delle tue necessità, prendi ispirazione da ciò che ti piace o dalle professioniste del settore ma mettici del tuo, farà la differenza nel raggiungimento dei tuoi obiettivi perchè, appunto, sono i tuoi. 


E tu, pianifichi sempre il tuo anno? Quali strumenti usi per affrontare l'anno nuovo? E soprattutto funzionano?

23 marzo 2017

Tutorial astuccio con granny square per Voglio essere anch'io...Kreattiva

Tutorial astuccio con granny square per Voglio essere anch'io...Kreattiva

23 marzo 2017


Questo mese di marzo mi ha portato tante belle cose. Una di queste è la selezione tra 20 blogger creative per far parte della community di Kreattiva  per una nuova iniziativa creata dalla vulcanica Rosa che si chiama Voglio essere anch'io .... Kreattiva .

Per chi non la conosce Kreattiva è un raccoglitore virtuale per le appassionate del fai da te e del craft. Offre molte idee utili, tutorial e semplici DIY a tutti i livelli. Spaziando tra le più disparate tecniche non propone solo ispirazioni per tutte le stagioni e le ricorrenze ma coinvolge le persone con raccolte e iniziative coinvolgendo tutte le creative e i loro progetti.





Voglio essere anch'io...Kreattiva è iniziativa nata per dimostrare che la creatività è più bella se condivisa e più creative ci sono più idee si riescono a proporre a chi è in cerca di qualche progetto speciale.
Collaborare con Rosa e il suo grande Blog di creatività è per me un grande onore e una spinta a trovare e proporre progetti, originali e soprattutto utili che possano piacere e stimolare le persone a farli da se o con i propri figli.

La mia collaborazione con Voglio essere anch'io...Kreattiva è la realizzazione di un astuccio fatto con le granny square.
Il tutorial completo per confezionarlo lo trovate su Kreattiva dove potete conoscere tutte le altre creative che fanno parte di questa nuova avventura e i loro bellissimi progetti.




13 marzo 2017

Un marzo ricco di sorprese per il nuovo blog

Un marzo ricco di sorprese per il nuovo blog

13 marzo 2017


Sembra che Marzo mi riservi sempre un sacco di sorprese, belle sorprese!
Sono in ritardo sul calendario perchè l'8 marzo del 2014 aprivo questo blog e iniziavo a scrivere i miei primi post. Che emozione! Non mi sono mai sentita e considerata una vera Blogger, ma più passa il tempo e più mi piace, trovo sempre qualcosa di utile da condividere attraverso il blog che lo considero come un posto tutto mio nel gran mare del web dove riversare i miei pensieri e soprattutto idee e spunti utili.

Il passato 2016 mi ha regalato tanto, ho conosciuto un sacco di belle persone ed è stato soprattutto  un anno ricco di insegnamenti che mi hanno fatto crescere come persona, prima di tutto, e poi anche come blogger.
Questo posticino nel web è stato per me una grande opportunità di uscire allo scoperto rispetto alla mia timidezza, di proporre le cose che so fare e di mettermi in gioco.

new-blog-mary-mani-creative



nuovo logo e nuovi colori


Avendo fatto un certo percorso di sperimentazione e scrittura sul blog e di realizzazione di alcuni prodotti molto apprezzati tra fiere e mercatini, sentivo l'esigenza di avere un vero logo che identificasse meglio quello che faccio e in modo indiretto anche come sono.
Alcune clienti e amiche hanno già potuto vedere il nuovo logo sui biglietti da visita che hanno accompagnato i loro acquisti e regali.
Vi presento ufficialmente il nuovo logo di Mary mani creative!!!

new-logo-mary-mani-creative

Avevo bisogno di un nuovo logo che rappresentasse di più quello che faccio e quello che nasce dalle mie mani. Un logo non è per sempre, la nostra vita, il nostro modo di pensare, di fare e di parlare cambiano continuamente (anche se noi stessi spesso non ce ne accorgiamo) ed è così che cambiano anche i simboli che ci rappresentano.
Il nuovo logo non poteva che avere il gomitolo come protagonista, è da lui che nascono le mie creazioni. Grande, piccolo, di ogni forma, colore e materiale il gomitolo mi regala il filo che punto dopo punto si concretizza in un oggetto vero e proprio.
Al gomitolo si affiancano i suoi fiduciosi alleati: forbici, ago e uncinetto accompagnano il filo perchè tutto prenda forma e sia curato nei dettagli.


Restyling del blog e il dominio proprietario



Oltre al logo sentivo la necessità di ridistribuire le stanze del mio laboratorio virtuale, ritinteggiare le pareti e ordinare gli scaffali per trovare più facilmente le cose. Così, con il prezioso aiuto (diciamo più lavoro) della mia cara amica Simona de La Creative Room il mio blog ha assunto un nuovo aspetto. Abbiamo lavorato sodo, soprattutto Simona, perchè risultasse come lo volevo, perchè fosse ordinato e semplice proprio come sono io.
Sono molto soddisfatta del lavoro fatto e mi piace moltissimo!

new-header-mary-mani-creative

Altra cosa super importate è che ora ho finalmente il dominio! Per una blogger che fa sul serio non è una cosa di poco conto ma il raggiungimento di una tappa importante per il suo spazio sul web. Da oggi finalmente abbandono il .blogspot che non faceva che allungare il mio già lungo nome. Yea!
Ci sono ancora degli aggiustamenti da fare all'interno del blog ed integrare le prossime novità che ho in mente, ma nel frattempo è un posticino accogliente dove trovare cose utili e trascorrere un po' di tempo.

foto-profilo-mary-mani-creative


Sono una persona molto ambiziosa e determinata al raggiungimento dei propri obiettivi. Sono sicura che cambieranno ancora molte cose nel mio percorso e nella mia vita, ma questo è un passaggio molto importante di crescita e sviluppo delle mie capacità in questo momento del mio cammino.

Allora che ne dite, vi piace il mio nuovo Blog?

Ma non finisce qui!
Per festeggiare con me ho pensato ad un regalino per voi: con il codice sconto TREANNIDIBLOG potete avere le spese di spedizione GRATIS sullo shop! La promozione sarà valida fino a fine mese e nei prossimi giorni potete trovare qualche novità!!

21 febbraio 2017

Come creare un'agenda personalizzata

Come creare un'agenda personalizzata

21 febbraio 2017


In questo post di inizio anno ti elencavo alcuni strumenti base da usare per la pianificazione dell'anno e ti raccontavo della'idea di farmi un'agenda fai-da-te per capire quali siano realmente le mie necessità per la programmazione e gestione del mio 2017.



Negli ultimi anni ho sempre usato un'agenda "classica" e per il nuovo anno ne avrei comprate almeno tre che mi piacevano e avevano caratteristiche che mi servivano. Prima di fare compere a casaccio, e ritrovarmi con tante agende inutilizzate, ho deciso di rimandare gli acquisti e che prima avrei valutato esattamente cosa volevo da un'agenda.
L'anno scorso ho scoperto il Bullet Journal e mi ha subito ispirata ma non sapevo come poterlo usare e lo trovavo troppo laborioso sotto certi aspetti. Poi, però, ho deciso di provare a vedere in che modo poteva essermi di aiuto e  nel mio caso si è rivelato molto utile.
Grazie a questo metodo riesco a pianificare le attività del blog, per essere più costante con le pubblicazioni degli articoli, appuntare gli avvenimenti e gli eventi più importati, gestire la comunicazione sui social e annotare idee, spunti e contenuti utili per il mio piccolo business.



Il BuJo è un sistema che ti permette di creare un planner a seconda delle tue esigenze perchè le pagine le crei tu e ci metti quello che vuoi partendo da una semplicissimo quaderno a pagine bianche.
Uno degli aspetti che mi è piaciuto di più è che ti permette di riprendere in mano carta e penna per segnare le cose, che in questo modo si memorizzano meglio, e poi ti viene una gran voglia di riempire gli spai vuoti con disegnini e colori!

Ho preso spunto da questo sistema per fare un mix rispetto alle mie esigenze e vediamo cosa verrà fuori, essendo un'agenda " in costruzione" durante l'anno inserirò altre pagine, toglierò o aggiungerò delle sezioni, modificherò la struttura del calendario, fino a trovare l'assetto giusto.

Potrebbe sembrare difficile strutturare ogni singola pagina di un planner, ma ti darò alcuni consigli per creare e gestire la tua agenda personalizzata.


1. Definisci il tema principale della tua agenda


Se vuoi realizzare un'agenda fai-da-te devi prima chiederti per che cosa utilizzerai l'agenda e quale sarà l'ambito o il settore che vuoi gestire sulla carta. A mio parere è impossibile far stare in un'agenda tutti gli appuntamenti di lavoro, famiglia, personali, idee e pensieri, perciò è bene chiarire fin da subito quale sarà il tema o i temi principali della tua agenda. Quindi seleziona bene gli argomenti e elencali su un foglio.


2. Fai una scaletta delle sezioni e dei contenuti che ti servono


In base all'argomento o se più di uno che hai elencato  definisci quali sono gli ambiti principali che la devono caratterizzare. Per esempio:

- hai bisogno di un calendario mensile, settimanale o giornaliero? O tutti e tre?
- che tipo di informazioni devi segnarti e quanto spazio ti serve?
- hai bisogno di spazio per le note?
- devi monitorare degli obiettivi o delle spese?
- quali sono gli appuntamenti, giorni importanti, eventi che devi segnarti?

Segnati su un foglio tutto quello di cui hai bisogno per organizzare le tue giornate/mesi. In base a questi elementi scegli le pagine da dedicare e la struttura che devono avere per permetterti di agevolarti nella pianificazione.


3. Scegli il formato e inizia a scrivere


Con le informazioni che hai raccolto non ti resta che scegliere il formato della tua agenda. Puoi comprare una nuova agenda a pagine bianche o utilizzare quel vecchio quaderno che conservi da anni nel cassetto. Se hai bisogno di aggiungere o togliere pagine un quaderno ad anelli può fare al caso tuo.
Ricordati di aggiungi dei separatori, in alto o sul alto, per trovare meglio ogni sezione. Puoi ricorrere ad agende già usate o che non usi e recuperare i vecchi talloncini.
Ora prendi penne, colori, adesivi e sbizzarrisciti con la fantasia per disegnare le tue pagine e buon lavoro!


4. Lasciati ispirare e utilizza dei stampabili già pronti


Qui ti segnalo alcune blogger e creative che hanno degli strumenti che possono esserti utili per realizzare un'agenda o un planner per la tua pianificazione e dove puoi trovare sezioni già pronte da scaricare così in poco tempo riesci a comporre le tue pagine e sezioni.

  • Se cerchi dei consigli sulla gestione della casa e della famiglia e non solo ti consiglio di dare un'occhiata ai stampabili di  Nuove Abitudini
  • Se cerchi consigli d'uso, ispirazioni e materiale per planner vai sul blog di Una vita a colori
  • Se cerchi modelli e to-do-list per blog e il tuo business ti consiglio Oh My Brand!, troverai tanti modelli già pronti per gestire e pianificare le tue attività
  • Non sai disegnare, ti mancano idee su come impostare le singole pagine, vuoi sapere cosa si può inserire in un'agenda? Nessun problema, Pinterest   è una fonte inesauribile di idee (occhio alla dipendenza e alla perdita di tempo!)


Ti piace l'idea? Ti è venuta voglia di iniziare a realizzare la tua agenda personalizzata?

Se hai domande, dubbi o suggerimenti scrivimelo nei commenti.

12 gennaio 2017

Parola d'ordine pianificazione

Parola d'ordine pianificazione

12 gennaio 2017

Innanzitutto Buon Anno!


L’inizio di qualcosa è sempre speciale, ricco di buoni propositi, di eccitazione, di paura, di aspettative e di un carico di energia positiva che ti farebbe strafare in qualsiasi ambito.





A gennaio ormai siamo abituati a pianificare l’intero anno per tenere tutto sotto controllo  - o almeno proviamo a farlo - tanto da comprare qualsiasi agenda, planner, block e quadernetti per appuntare idee e progetti. Ma ti sei mai chiesta se tutto quello che prendi ti è davvero utile e poi, sinceramente, lo usi davvero?
Io me lo sono chiesta proprio per l’anno nuovo e ho deciso di ottimizzare le “voglie” in quello che davvero mi servirà per raggiungere i miei obiettivi. Condivido con te i miei strumenti che aiutano nella pianificazione nel caso trovassi qualcosa di utile e interessante che ti ispiri per lavorare in questo fantastico 2017!


  • La PAROLA DELL’ANNO è la tua ispirazione per tutto l'anno, quella parola speciale che ti aiuta come un faro a guidarti lungo tutto il percorso e ogni volta che ti senti un po' perso ti riporta nella giusta direzione. Io la uso per il secondo anno e, se l’anno scorso non avevo ancora capito bene come usarla, quest’anno sono più consapevole della sua importanza, l’ho cercata, disegnata e affissa sulla parete della mia craftroom e la guardo ogni giorno affinchè mi riconnetta con il bisogno principale. Se anche tu vuoi scoprire qual’è la tua parola puoi seguire il mini corso di Susannah Conway o affidarti al percorso Incanto di Ilaria Ruggeri (affrettati, è disponibile fino al 15 gennaio). In questo post invece invece trovi alcune ispirazioni se vuoi sapere come usarla. Ah, la mia parola dell’anno è FOCUS!
  • Mi sono regalata UN ANNO DA SOGNO con la super coach Giada Carta. Ho bisogno di avere uno stimolo continuo per raggiungere i miei obiettivi , perchè lei ti sa dare la giusta spinta per arrivare dove vuoi arrivare - anche con qualche calcio in culo se serve! - perchè ho bisogno di avere un programma da seguire e lavorare meglio sui miei obiettivi e desideri e infine avere un valido supporto per non abbattermi alla prima difficoltà ma continuare a credere in quello che faccio.
  • UN’AGENDA DIVERTENTE che ogni giorno ti regali delle frasi simpatiche e motivazionali, con tanti adesivi da attaccare, comoda da portare con te ma soprattutto che ti vien voglia di usarla per scriverci di tutto.
  • Sono tantissime le agende che mi piacerebbe avere, tipo questa, questa e questa, ma mica posso comprarle tutte, e poi cosa me ne faccio se non le uso neanche mezze! Mi sembrerebbe un vero peccato, io l’agenda voglio che sia usata e valorizzi il mio lavoro. Non avendone trovata ancora una che faccia al caso mio, ho deciso di crearmi UN’AGENDA FAI DA TE così da capire che cosa mi serve davvero da un’agenda. Ma di questo ne scriverò in un altro post.
  • dove vai se il CALENDARIO EDITORIALE non ce l’hai? Tasto molto dolente ma necessariamente indispensabile se vuoi lavorare con blog e social. Il mio non è proprio così definito e uno degli obiettivi di quest’anno è proprio quello di riuscire a programmare il mio lavoro per concentrare meglio le energie e gestire il tempo tra le tante attività da fare.

Ci sono anche altre cose da aggiungere ma direi che queste sono quelle base da cui partire, tutto il resto si inseriranno nel corso dell'anno, ne sono sicura.

E tu, quali sono i tuoi strumenti per affrontare al meglio l’anno nuovo? Che agende usi con cui ti trovi bene? Raccontamelo nei commenti, sono curiosa di scoprire altri elementi utili per la programmazione e l’ispirazione.

25 ottobre 2016

Abilmente 2016: una raccolta di emozioni

Abilmente 2016: una raccolta di emozioni

25 ottobre 2016

E' un po' difficile ricomparire sul blog dopo qualche tempo. E' da questa estate che non pubblico più nulla, anche se non stata con le mani in mano ma ho lavorato su altri fronti.

Voglio riprendere a scrivere con questo post dopo la mia vista ad Abilmente della scorsa settimana e perchè voglio ricordare questa esperienza, ne voglio lasciare traccia qui sul blog per poterla rileggere nel tempo e perchè le cose belle vanno condivise con le persone con cui le hai vissute.

Era la prima volta che visitavo Abilmente nella sua edizione autunnale e devo dire che nel complesso mi è piaciuta molto ed ho pure acquistato un sacco di cose.
Come al solito sono andata con la mia lista (che stavolta era abbastanza corta) e ho trovato la maggior parte di quello che cercavo, ma questo è passato in secondo piano perchè ho avuto l'occasione e l'opportunità di incontrare alcune splendide persone che mi ha reso la visita ancora più speciale.



Vi voglio subito rendere partecipi del mio incontro a sorpresa con la mia carissima amica Valeria di Rosa e Turchese. Quando ho girato l'angolo allo stand di Casa Facile e l'ho vista non potevo credere ai miei occhi, non avevamo accordato nulla, non ci sentivamo da un po' di tempo. L'ho vista e subito riconosciuta, così mi sono avvicinata e l'ho letteralmente sorpresa. Non mi scorderò mai del suo viso stupito nel vedermi, la sua immensa gioia di incontrami di persona! Era come se l'avessi conosciuta da sempre. Vi è mai capitato?

Io e la mia amica Valeria - Rosa e Turchese


Questa è sicuramente una delle cose che mi porterò nel cuore di questa fiera!

Nello stand di Casa Facile ho potuto incontrare anche Annabella di Mywashitape, altissima e bellissima ha una voce veramente dolce. Io ho conosciuto e iniziato ad usare i washi tape proprio grazie a lei e a Casa Facile. Adesso non perdo occasione per prendere qualche washi tape, sono molto versatili e si possono usare in diverse occasioni. Se seguite Annabella sui social potreste scoprire un mondo di idee.

Io eAnnabella


La mia esperienza in fiera come dicevo è stata prima di tutto l'incontro con le persone, il confronto, le chiacchiere creative, lo scambio di idee e pensieri che ho avuto l'opportunità di fare con alcune creative che segui per lo più on line e dietro ad uno schermo.

Ringrazio la mia amica Sara Poiese che mi ha vista passare e ripassare diverse volte davanti alla sua postazione e mi ha dedicato il suo tempo e mi ha dato preziosi consigli. E' sempre un piacere incontrarla alle fiere. Vi invito a visitare il suo sito e soprattutto a seguirla sul suo canale youtube perchè ha sempre degli interessanti tutorial sul cucito sartoriale e creativo.




Ho avuto l'immenso piacere di conoscere Elisabetta di Elisabetta ricami. La seguo sul blog da diversi anni e mi stupisco ogni volta che vedo uno dei suoi ricami. So quanta pazienza, delicatezza, precisione e dedizione sono necessari per questo tipo di Arte e i suoi lavori sono a dir poco delle opere.
Vi lascio con alcune foto (che rendono sicuramente pochissimo) ma che danno l'idea di quello che esce dalle sue mani d'oro.
Elisabetta è stata così gentile da spiegarmi in diretta come realizza il suo stupendo punto vapore. Non vedo l'ora di mettermi all'opera e provare a farlo!


Creazioni di Elisabetta ricami

Alla fine del mio giro tra gli stand mi sono imbattuta in un'altra super creativa, Emanuela Tonioni! E' stata molto disponibile e non potevo non chiederle una foto.

Io e Emanuela Tonioni

La  mia visita ad Abilmente quest'anno è dedicata soprattutto agli incontri, alle persone speciali che ogni giorni danno il loro contributo alla nostra creatività. Per me è stata davvero una raccolta di emozioni.

Mary



21 giugno 2016

Summer Gift Party 2016: picnic in bicicletta per festeggiare l'estate

Summer Gift Party 2016: picnic in bicicletta per festeggiare l'estate

21 giugno 2016

Il Summer Gift Party ormai è un appuntamento fisso tra creative per festeggiare l'arrivo dell'estate.
Le organizzatrici sono sempre puntuali e fantasiose e non hanno mancato l'edizione 2016. Se volete saperne di più sullo swap vi consiglio di andate a trovare Lisa di Piccolecosehandmade e Antonella di Blog a cavolo, oppure sui social cercate l'hashtag #summergiftparty e potete ammirare tutte i lavori delle creative che hanno partecipato.



L'anno scorso il tema del party era il MARE, quest'anno invece, Lisa e Antonella hanno scelto un tema piuttosto particolare PICNIC IN BICICLETTA. Scrivo particolare perchè la bicicletta non è un mezzo di trasporto adatto a tutti, o che tutti possiedono, e pensare di creare qualcosa legato a questo tema potrebbe non essere così facile.

Io ho avuto subito l'idea di realizzare un oggetto che andasse bene ad essere utilizzato anche senza la bici perchè, non conoscendo prima la compagna di swap, non potevo conoscerne i gusti e giocare sulla personalizzazione.
In casa avevo una stoffa comprata al mercato con stampate delle bici, era perfetta! E poi ho cercato tra i vari scampoli di tessuto altre stoffe da abbinare e ho trovato un ritaglio di pelle di un bellissimo color malva che potevo adattare benissimo al progetto.


Ecco che è nata una sacca zaino dallo stile decisamente romantico. Per l'esterno ho usato la stoffa con la stampa delle bici e per il fondo il ritaglio di pelle così da dargli maggior consistenza. L'interno è foderato con una stoffa in cotone fantasia (che trovo bellissima!) e ho applicato una piccola tasca interna che è sempre comoda per riporre piccoli oggetti che altrimenti andrebbero sul fondo disperdendosi tra mille altre cose.


credit foto Marmellatadinuvole

La sacca zaino è arrivata ad una creativa carinissima oltre che bravissima. Dovete andare a conoscere Ester di Marmella di Nuvole perchè realizza delle candele profumatissime e naturali usando cera di soia.
Ecco che cosa ho ricevuto in cambio per il Summer Gift Party dalla mia compagna e nuova amica Ester: una delle sue favolose candele naturali. Prima di tutto il packaging era a dir poco delizioso (giudicate voi stesse!) e poi la candela che è un dolce incanto di frutti.
Ci ho messo un po' ad accenderla ma la annusavo di continuo e poi mi sono decisa a provarla per potervi assicurare che è davvero buonissima!





Sono davvero davvero felice di questo scambio perchè la candela l'ho apprezzata tantissimo emi piace un sacco, poi ho avuto modo di conoscere Ester, mia compagna di picnic, e le sue deliziose candele e tante altre interessanti creative e le loro passioni.

Non mi resta che dare il benvenuto all'Estate e ai tanti picnic che faremo con le nostre biciclette.

E voi, conoscete l'iniziativa? Avete mai partecipato?

11 marzo 2016

Creattiva Bergamo primavera 2016 e le fuseruole di Deruta

Creattiva Bergamo primavera 2016 e le fuseruole di Deruta

11 marzo 2016

Era la prima volta che visitavo la fiera Creattiva a Bergamo anche nell'edizione primaverile e devo dire che mi sono divertita un sacco, grazie anche alle mie amiche e compagne di viaggio che rallegrano sempre le gite fuori porta.

In generale devo dire di esserne stata soddisfatta sia per la varietà di proposte sia per la disposizione degli stand. Quello che abbonda sempre è lo spazio dedicato ai bijoux, ma ho trovato parecchio materiale per il cucito e filati di ogni tipo. Purtroppo alcuni stand non mi hanno permesso di fare delle foto ma c'erano delle creazioni veramente incredibili!
Vi lascio qualche scatto delle cose che hanno attirato la mia attenzione e dove mi sono fermata ad ammirare alcune creative all'opera.

Officine creative di Monica Della Toffola

Sara Poiese e le sue creazioni di cucito sartoriale

Quiltomanti - Incartesimi
TillansdiArts - La Bottega delle Idee


Per questa occasione voglio farvi conoscere le Antiche Fuseruole Deruta. Ne avete mai sentito parlare?


La fuseruola è una piccola sfera in maiolica con un foro centrale che serviva per bilanciare il fuso nel lavoro di filatura, abbassandone il centro di gravità rendendo il filato più uniforme. Nel XIV sec. diventa anche un pegno d'amore: con pensieri ben auguranti di benessere e virtù o il nome della donna, è donata insieme a fuso e rocca.
Le maioliche, in varie forme e dimensioni, sono realizzate e decorate a mano secondo le antiche tecniche della maiolica di Deruta con diverse rappresentazioni e scritte porta fortuna.





Da Anna Lisa e Silvana acquistare queste meravigliose collanine, bracciali, ditali, spille e altri accessori di varie dimensioni e colori e perfino con le iniziali. E se come me non trovate l'abbinata che vi soddisfa (sono molto esigente!) ci sono i kit pronti per farsele da se, basta solo scegliere la maiolica e i materiali e infilare i vari componenti. Sulla pagina facebook di Anna Lisa potete vedere altre maioliche particolari.
Anna Lisa ed il marito sono dei ricercatori che hanno ottenuto il riconoscimento delle fuseruole come souvenir tipico umbro facendo anche parte dell'Associazione ITA centri produzione ceramica per la revisione disciplinare.

Questo è il mio kit per la collana con angioletto messaggero portafortuna.


e questo è il angioletto montato e pronto per essere indossato.



Questo invece è un bellissimo e raffinato angioletto spillone.


Spero di avervi fatto vedere qualcosa di diverso dal solito materiale creativo e che solitamente si fermano solo le "addette ai lavori". Credo però che questi Arti, che fanno parte della nostra cultura, dovrebbero essere maggiormente valorizzare e pubblicizzate perchè oltre a portare con se una parte di storia conservano la passione e la cura per i lavori manuali femminili delle nostre antenate.


Con questo post partecipo alla raccolta di Ispirazioni in Fiera di Ispirazioni & C.


08 marzo 2016

Due anni di blog e un dolce regalo

Due anni di blog e un dolce regalo

08 marzo 2016

Lo so, è un po' di tempo che non posto sul blog, ma ho le mie buone ragioni ve lo assicuro! Sono stata presa da un intenso corso e particolarmente impegnativo che sta per finire, il rientro dalle vacanze di Natale è stato faticoso e continua ad esserlo, perciò il tempo per il blog ne paga le conseguenze.

Ma veniamo a cose più interessanti.
Oggi è un giorno speciale per due motivi: il primo è che questo piccolo spazio festeggia ben 2 anni! Wow, come passa veloce il tempo e devo dire che dagli inizi sono successe molte cose, ho fatto molti cambiamenti, ho imparato moltissimo, ho conosciuto persone meravigliose alcune delle quali ho incontrato di persona e tutto grazie al blog. Sono davvero contenta e soddisfatta dei piccoli risultati raggiunti e non posso che ringraziare tutte voi che mi seguite, mi supportate e mi aiutate.

Grazie di cuore!

Il secondo motivo speciale è che oggi è l'8 marzo, è la Festa della Donna , perciò tantissimi auguri a tutte le donne!

Per festeggiare entrambe gli avvenimenti ho preparato un regalo che andrà ad una sola donna, ma che rappresenterà tutte le donne speciali.

Ecco il mio pensiero interamente progettato e realizzato a mano per l'occasione: un dolcissimo cup cake mimosa puntaspilli (senza spilli, questo è il mio regalo ;P ).

  




Vi piace?

Bene, allora non dovete far altro che lasciare un commento con una frase, una canzone, una citazione, una dedica o qualsiasi pensiero dedicato alle donne. Naturalmente se vi fa piacere potete condividere sui social e coinvolgere altre donne speciali.
Assegnerò ad ognuna un numero e sabato 12.03 farò l'estrazione tramite RANDOM.

Aspetto i vostri commenti e auguro a tutte una felice giornata! Non vedo l'ora di impacchettarlo e spedirlo alla fortunata.

Ecco la fortunata che si porterà a casa il puntaspilli:

Lisa Fregosi


22 gennaio 2016

La filiera della lana: workshop nel laboratorio di Lucia - parte 2

La filiera della lana: workshop nel laboratorio di Lucia - parte 2

22 gennaio 2016

Mercoledì vi ho raccontato la prima parte del workshop sulla filiera della lana, oggi invece vi mostro la parte più laboriosa e colorata del laboratorio: la tintura naturale.


Giovanna, una ragazza molto giovane ma con una grande passione per questo tipo di attività, si è specializzata nelle tinture naturali con fibre animali, minerali e vegetali e al workshop ci ha illustrato e spiegato le basi della tintura, dalla teoria alla pratica. Ci ha persino preparato una dispensa con le principali informazioni e un piccolo kit di sementi per sperimentare la tintura a casa partendo proprio da piante auto-prodotte. Una cosa a dir poco fantastica!


La dispensa del workshop sulle tinture naturali

Sementi di piante tintorie

Lucia, Giovanna e Barbara fanno parte de La Casa di Feltro,  un'associazione culturale che si occupa di valorizzare, promuovere e recuperare la filiera della lana locale nel territorio del Lagorai in Trentino. Un altro obiettivo dell’associazione è quello di recuperare la lana nei suoi colori naturali, valorizzandoli con una gamma di colori naturali estratti da piante, radici e cortecce coltivate e raccolte in loco, come il guado, il noce, l’ontano, la cipolla.

A Giovanna piace molto la materia e la trasmette con tanta passione mentre parla di piante, tinture, rosso e blu ed è anche molto preparata alle nostre curiose domande, coinvolgendoci pienamente in questa fase magica (si, perchè la colorazione per me è un po' una magia). Questi sono i suoi manuali, libri e raccoglitori sugli studi delle tinture naturali. Una preziosa raccolta di esperimenti e utili ricette che si arricchiscono dell'esperienza sul campo.

Libri e book di Giovanna sugli studi delle tinture naturali

Nel workshop abbiamo sperimentato la tintura con elementi naturali, quali cipolla, ricci di castagno, reseda e robbia.
La tintura prevede una fase di preparazione e macerazione degli elementi naturali e di trattamento particolare delle fibre con dei mordenti, chiamato mordenzatura, per permettere di ottenere risultati migliori per certe tipologie di piante.
Qui sotto le piante sono state messe in infusione per estrarre la tintura che servirà poi a fare il bagno colore.
Insomma, è un lavoro che richiede tempo e pazienza, un processo che necessita del rispetto delle tempistiche per ogni fase, che se vengono fatte male e in fretta ne va di tutto il risultato finale.

Preparati di piante tintorie

Al workshop chiaramente i tempi erano ridotti, perciò Giovanna ci ha preparato tutto il necessario per poter lavorare e imparare allo stesso tempo.
I macerati erano già pronti così da passare alla fase di realizzazione del bagno per cui le tinture vengono portate in temperatura e mantenute tali per un determinato periodo. Una volta raffreddato il tutto, abbiamo poi filtrando i preparati tintori dalle piante, abbiamo immerso i nostri campioni di fiocco e matasse di lana nei bagni colore e abbiamo pazientemente aspettato il tempo necessario che le fibre prendessero colore.

Fase di verifica dello stato di colorazione delle fibre nel bagno di colore

I campioni sono stati poi risciacquati e asciugati.
Questo sotto è il risultato di tutto il nostro lavoro. Emozionante vero?

Campioni di fibre tinte con castagno-robbia-reseda-cipolla
Questo invece è il bellissimo gruppo di lavoro (peccato che manchi Barbara, la nostra insegnante di filatura).



Campioni di fiocchi e gomitoli di lana colorati con tinture naturali de La Casa di Feltro

Gomitoli, rocche e matasse colorate con tinture naturali de La Casa del Feltro

E' stata un'esperienza davvero interessante oltre che coinvolgente. Sembrava di essere immersi in un tempo lontano dalla realtà in cui tutto scorre molto più lentamente e nel rispetto dei cicli della natura. Adoro queste atmosfere senza tempo, scandito solo dal suono dell'orologio che ricorda di tornare a casa.

Ora non ci resta che aspettare primavera per piantare i semini e coltivare le nostre piante tintorie. Nel frattempo abbiamo sempre da far pratica con la cardatura e la filatura per diventare un po' più pratiche.

Buon fine settimana!