Visualizzazione post con etichetta Craft. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Craft. Mostra tutti i post

01 giugno 2017

Farfalla segna pianta con fil di ferro e perle DIY

Farfalla segna pianta con fil di ferro e perle DIY

01 giugno 2017


Il 10 maggio Kreattiva ha lanciato la seconda edizione di Danza sulle Ali Colorate , un modo originale per far diffondere il mondo dell'handmade, che spesso conosciamo tanto sul web, portandolo in giro per le nostre città e nella vita reale, attraverso delle farfalle che sono le vere protagoniste di questa avventura.

La farfalla rappresenta la trasformazione, il passaggio da due realtà che scorrono insieme ma sono così lontane. E' portatrice di bellezza e di grazia e quando ne vedi una che svolazza con le sue ali colorate non puoi che sorprenderti ogni volta.

Questa è la mia farfalla come contributo all'iniziativa, un semplice segna pianta con fil di ferro e perline.



Mi ha fatto un grande piacere preparare il progetto e ancora di più abbandonare la farfalla in giro per il paese aspettando che voli via con qualcuno.
Non so esattamente quanto ci abbia messo a spiccare il volo ma, dopo una settimana, non c'è più e sicuramente qualcuno l'ha raccolta.
Nel progetto ho pensato di inserire anche un piccolo regalino per chi mai l'avesse portata via, come segno di gratitudine e gentilezza, così ho preparato un sacchettino con un mini kit contenente dei semi di girasole misti , la targhetta per il nome della pianta e un piccolo gessetto.



Come promesso ecco il tutorial per realizzare la farfalla segna pianta.


Materiali necessari


  • Un foglio di cartoncino
  • Matita e pennarello
  • Pinze e tronchese
  • Filo di ferro grosso
  • Perline di varie dimensioni
  • Base o compensato (io ho usato il supporto per fare la tecnica del macramè)
  • Spilli o chiodini




Come fare la farfalla segna pianta con fil di ferro e perle



1. Disegna il contorno della farfalla creando una serpentina unica con matita e ripassa la forma definitiva con il pennarello sul cartoncino. Puoi farla come vuoi l'importante è che sia un disegno semplice. Puoi prendere spunto anche da quella che ho fatto io.
2. Fissa il cartoncino alla base di supporto e posiziona gli spilli lungo il contorno in diversi punti, saranno la tua guida, in particolare nelle curve.
3. Lascia circa 15 cm di filo per la parte della testa e dal centro del corpo inizia a modellare il filo seguendo il contorno tra gli spilli aiutandoti con le mani. Nei punti più critici puoi passare all'interno e all'esterno dello spillo per tenerlo fermo. Termina nel punto di inizio, cioè nella parte centrale del corpo. Lascia circa 30 cm e taglia il filo con il tronchese.



4. A questo punto stacca delicatamente la tua forma e modella se necessario con le mani o con le pinze.
5. Con il pezzo di filo più lungo passa attorno al punto centrale per fissare la farfalla attorcigliando il filo un paio di volte.
6. Sempre con il pezzo di filo più lungo piegalo a metà, giralo un paio di volte su se stesso per irrobustirlo e con l'aiuto delle pinze forma la chiocciolina finale che servirà a contenere la tag.



7. Nel filo più corto infila le perle ricreando il corpo della farfalla dalle più piccole che formano il corpo alle più grandi per la testa.
8. Con l'aiuto delle pinze forma la chiocciolina finale per fermare il tutto e creare l'antenna.
9. Preparala la targhetta con del cartoncino (io ho usato un pezzetto di recupero e della pittura lavagna) e scrivi il nome della tua piantina.


La farfalla segna pianta è pronta. Non ti resta che infilare la tua farfalla nel vaso!




Contribuisci anche anche tu a questo percorso realizzando la tua farfalla con la tecnica e i materiali che preferisci e lasciala libera di volare in un posto a te speciale. Chi troverà la tua farfalla potrà ripetere a sua volta il gesto e proseguire l'intento.

 Questo è il banner dell'iniziativa. Per saperne di più su come partecipare clicca sull'immagine.

iniziativa danza sulle ali colorate 2 edizione

21 febbraio 2017

Come creare un'agenda personalizzata

Come creare un'agenda personalizzata

21 febbraio 2017


In questo post di inizio anno ti elencavo alcuni strumenti base da usare per la pianificazione dell'anno e ti raccontavo della'idea di farmi un'agenda fai-da-te per capire quali siano realmente le mie necessità per la programmazione e gestione del mio 2017.



Negli ultimi anni ho sempre usato un'agenda "classica" e per il nuovo anno ne avrei comprate almeno tre che mi piacevano e avevano caratteristiche che mi servivano. Prima di fare compere a casaccio, e ritrovarmi con tante agende inutilizzate, ho deciso di rimandare gli acquisti e che prima avrei valutato esattamente cosa volevo da un'agenda.
L'anno scorso ho scoperto il Bullet Journal e mi ha subito ispirata ma non sapevo come poterlo usare e lo trovavo troppo laborioso sotto certi aspetti. Poi, però, ho deciso di provare a vedere in che modo poteva essermi di aiuto e  nel mio caso si è rivelato molto utile.
Grazie a questo metodo riesco a pianificare le attività del blog, per essere più costante con le pubblicazioni degli articoli, appuntare gli avvenimenti e gli eventi più importati, gestire la comunicazione sui social e annotare idee, spunti e contenuti utili per il mio piccolo business.



Il BuJo è un sistema che ti permette di creare un planner a seconda delle tue esigenze perchè le pagine le crei tu e ci metti quello che vuoi partendo da una semplicissimo quaderno a pagine bianche.
Uno degli aspetti che mi è piaciuto di più è che ti permette di riprendere in mano carta e penna per segnare le cose, che in questo modo si memorizzano meglio, e poi ti viene una gran voglia di riempire gli spai vuoti con disegnini e colori!

Ho preso spunto da questo sistema per fare un mix rispetto alle mie esigenze e vediamo cosa verrà fuori, essendo un'agenda " in costruzione" durante l'anno inserirò altre pagine, toglierò o aggiungerò delle sezioni, modificherò la struttura del calendario, fino a trovare l'assetto giusto.

Potrebbe sembrare difficile strutturare ogni singola pagina di un planner, ma ti darò alcuni consigli per creare e gestire la tua agenda personalizzata.


1. Definisci il tema principale della tua agenda


Se vuoi realizzare un'agenda fai-da-te devi prima chiederti per che cosa utilizzerai l'agenda e quale sarà l'ambito o il settore che vuoi gestire sulla carta. A mio parere è impossibile far stare in un'agenda tutti gli appuntamenti di lavoro, famiglia, personali, idee e pensieri, perciò è bene chiarire fin da subito quale sarà il tema o i temi principali della tua agenda. Quindi seleziona bene gli argomenti e elencali su un foglio.


2. Fai una scaletta delle sezioni e dei contenuti che ti servono


In base all'argomento o se più di uno che hai elencato  definisci quali sono gli ambiti principali che la devono caratterizzare. Per esempio:

- hai bisogno di un calendario mensile, settimanale o giornaliero? O tutti e tre?
- che tipo di informazioni devi segnarti e quanto spazio ti serve?
- hai bisogno di spazio per le note?
- devi monitorare degli obiettivi o delle spese?
- quali sono gli appuntamenti, giorni importanti, eventi che devi segnarti?

Segnati su un foglio tutto quello di cui hai bisogno per organizzare le tue giornate/mesi. In base a questi elementi scegli le pagine da dedicare e la struttura che devono avere per permetterti di agevolarti nella pianificazione.


3. Scegli il formato e inizia a scrivere


Con le informazioni che hai raccolto non ti resta che scegliere il formato della tua agenda. Puoi comprare una nuova agenda a pagine bianche o utilizzare quel vecchio quaderno che conservi da anni nel cassetto. Se hai bisogno di aggiungere o togliere pagine un quaderno ad anelli può fare al caso tuo.
Ricordati di aggiungi dei separatori, in alto o sul alto, per trovare meglio ogni sezione. Puoi ricorrere ad agende già usate o che non usi e recuperare i vecchi talloncini.
Ora prendi penne, colori, adesivi e sbizzarrisciti con la fantasia per disegnare le tue pagine e buon lavoro!


4. Lasciati ispirare e utilizza dei stampabili già pronti


Qui ti segnalo alcune blogger e creative che hanno degli strumenti che possono esserti utili per realizzare un'agenda o un planner per la tua pianificazione e dove puoi trovare sezioni già pronte da scaricare così in poco tempo riesci a comporre le tue pagine e sezioni.

  • Se cerchi dei consigli sulla gestione della casa e della famiglia e non solo ti consiglio di dare un'occhiata ai stampabili di  Nuove Abitudini
  • Se cerchi consigli d'uso, ispirazioni e materiale per planner vai sul blog di Una vita a colori
  • Se cerchi modelli e to-do-list per blog e il tuo business ti consiglio Oh My Brand!, troverai tanti modelli già pronti per gestire e pianificare le tue attività
  • Non sai disegnare, ti mancano idee su come impostare le singole pagine, vuoi sapere cosa si può inserire in un'agenda? Nessun problema, Pinterest   è una fonte inesauribile di idee (occhio alla dipendenza e alla perdita di tempo!)


Ti piace l'idea? Ti è venuta voglia di iniziare a realizzare la tua agenda personalizzata?

Se hai domande, dubbi o suggerimenti scrivimelo nei commenti.

10 febbraio 2017

Zuccherini a cuore fai da te per San Valentino

Zuccherini a cuore fai da te per San Valentino

10 febbraio 2017


Quando arriva San Valentino e devi pensare ad un regalo per il tuo lui a volte è difficile, soprattutto se hai passato ormai tanti e tanti San Valentini (i miei sono arrivati a n. 16!).
A meno che tu non abbia la fortuna di cogliere l'occasione per comprare quel capo di abbigliamento che ha visto e gli piacerebbe, o ne approfitti del due per uno per un weekend romantico e grazie ad un'offerta regalarti un po' di relax, o li porti con lui fuori a cena, le idee iniziano a mancare.

A me piace sempre realizzare qualcosa con le mie mani e anche un piccolo pensiero può fare la sua bella figura. Per questo San Valentino ho pensato ad un'idea utile, dolce e che avesse la forma a cuore. Detto fatto, ho cercato una ricettina semplice e veloce, mi sono messa in cucina e ho preparato dei zuccherini a cuore, rossi e bianchi.





Come fare gli zuccherini in casa


Cosa ti serve


  • 100 gr di zucchero, meglio se a grana fine
  • 5 ml circa di acqua calda
  • colorante alimentare o sciroppo (facoltativo)
  • ciotole
  • cucchiaino
  • stampi in silicone


Come fare


1. Metti lo zucchero in una ciotolina e aggiungi una po' di acqua, quel tanto che serve ad inumidirlo e ottenere un composto simile alla sabbia bagnata. Aggiungi a piacere il colorante, stemperato con un po' di acqua, o una dose uguale di sciroppo (lampone, fragola, limone, menta). Mescola bene e amalgama il tutto.

2. Con un cucchiaino riempi gli stampini scelti e pressa lo zucchero in modo da livellarlo.

3. Lascia asciugare almeno 1 giorno. Quando il composto sarà raffreddato rovescia gli stampi e sforma gli zuccherini facendo una leggera pressione sul fondo. In alternativa puoi sformare subito gli zuccherini su una carta da forno e metterli in forno per 15 minuti a 50° e poi lasciali asciugare almeno mezz'ora prima di riporli.
Conservali in scatole di latta o in contenitori ermetici al riparo dall'umidità.




Ora prepara un buon caffè e servi su un bel piattino i tuoi zuccherini cuoriciosi, il tuo lui non potrà resistere!



Il tuo lui non prende lo zucchero? Possibili soluzioni: o lo mangi tu o lo rifili a piccole dosi ai tuoi figli ^_^

15 luglio 2016

Tutorial origami per inviti a forma di barchetta

Tutorial origami per inviti a forma di barchetta

15 luglio 2016

L'estate è sinonimo di party e non manca occasione per organizzarne uno, soprattutto se abbiamo la fortuna di essere al mare! Ma può essere benissimo un compleanno, una festa di benvenuto o di arrivederci se dobbiamo salutare un nostro amico o parente.
Se vogliamo sorprendere i nostri amici con un invito un po' speciale sicuramente quello "classico" funziona, abituati come siamo a SMS e messaggi su WhatApp, chi scrive più un biglietto di carta?

Eccovi un'idea molto semplice: un biglietto-invito a forma di barchetta realizzato interamente con la tecnica origami



Eccovi il tutorial fotografico.
Spero si capiscano bene tutti i passaggi, altrimenti scrivetemi e sarò felice di aiutarvi.
In base alle dimensioni del foglio (che deve essere quadrato) che prendete le dimensioni della barchetta finale cambieranno. Potete fare delle prove con della semplice carta di giornale prima di sprecare i bei fogli colorati.


Un'idea in più: all'interno della barchetta potete scrivere il testo dell'invito con tutti i dettagli. Sarà piacevole per gli invitati scoprirne il contenuto aprendo il biglietto in un modo originale.




Buon weekend!

03 maggio 2016

Profumatore ambienti fai da te con bastoncini e gessetti

Profumatore ambienti fai da te con bastoncini e gessetti

03 maggio 2016

La primavera tarda ad arrivare ma alcuni fiori sono già sbocciati e regalano delicati profumi.
Ho sempre avuto un debole per i profumi (e forse anche di più per le piccole boccettine da collezione) anche se non li uso quotidianamente. In casa invece non mancano mai e di ogni tipo e per ogni evenienza di odore.

In occasione della Festa della Mamma ho pensato a questo bel e utile pensiero: la casa non è mai abbastanza profumata e c'è sempre un odore da coprire!

Eccovi il tutorial per realizzare un profumatore per ambienti con bastoncini e gessetti.



1. Occorrente:
  • gesso ceramico
  • stampo in silicone
  • boccetta di recupero
  • bastoncini in legno di varie misure
  • alcool buongusto
  • oli essenziali

2. Preparare gli stampi in gesso
In una delle ultime fiere ho comprato questi bellissimi stampini a fiore che vedete in foto in cui si può aggiungere un gambo e mi sono sembrati adatti per questo progetto. Se non disponete di stampi così potete usare anche quelli normali badando che la forma sia piuttosto piccola per non appesantire il bastoncino che dovrete inserire in verticale, aiutandovi magari con delle mollette, per tenerlo in posizione fino a che non sarà rappreso.
Per fare  gessetti seguire le indicazioni riportate sulla confezione di gesso ceramico che acquistate (ognuna prevede le sue dosi) e lasciate asciugare bene.

3. Preparare la soluzione profumata
In un contenitore pulito versare 100 ml di alcool buongusto e aggiungere circa 30/35 gocce di oli essenziali o miscele di oli o meglio ancora fragranze. Agitare con cautela e miscelare bene la soluzione. La base di profumo è pronta.

4. Comporre il profumatore
Versare la soluzione profumata nella boccetta. Una volta asciutti i gessetti inserirli nella boccetta sistemando la composizione. Aggiungere a piacere un fiocchetto o una decorazione.

Il vostro profumatore per ambienti è pronto!




Consigli.

  1. Se pensate di fare un regalo potete preparare la soluzione profumata nel vasetto, o in un altro contenitore, munito di tappo e confezionare a parte i gessetti in una bella scatola. In questo modo potete fare un bel pacchetto regalo e la persona che lo riceve lo potrà assemblare in ogni momento!
  2. Sia i bastoncini che i gessetti hanno un alto potere assorbente, perciò vi consiglio di preparare un buona quantità di profumo perchè fino a che il gesso non è abbastanza impregnato continuerà ad assorbire e sarà necessario aggiungere altra soluzione e potrà durare più a lungo.
  3. Una volta che i bastoncini si saranno impregnati di profumo diventeranno molli e potranno cedere. Basterà rompere il bastoncino e continuare ad utilizzare i gessetti come profuma biancheria nei cassetti o negli armadi. La trovo un'ottima soluzione di riciclo.


Buon settimana.

11 marzo 2016

Creattiva Bergamo primavera 2016 e le fuseruole di Deruta

Creattiva Bergamo primavera 2016 e le fuseruole di Deruta

11 marzo 2016

Era la prima volta che visitavo la fiera Creattiva a Bergamo anche nell'edizione primaverile e devo dire che mi sono divertita un sacco, grazie anche alle mie amiche e compagne di viaggio che rallegrano sempre le gite fuori porta.

In generale devo dire di esserne stata soddisfatta sia per la varietà di proposte sia per la disposizione degli stand. Quello che abbonda sempre è lo spazio dedicato ai bijoux, ma ho trovato parecchio materiale per il cucito e filati di ogni tipo. Purtroppo alcuni stand non mi hanno permesso di fare delle foto ma c'erano delle creazioni veramente incredibili!
Vi lascio qualche scatto delle cose che hanno attirato la mia attenzione e dove mi sono fermata ad ammirare alcune creative all'opera.

Officine creative di Monica Della Toffola

Sara Poiese e le sue creazioni di cucito sartoriale

Quiltomanti - Incartesimi
TillansdiArts - La Bottega delle Idee


Per questa occasione voglio farvi conoscere le Antiche Fuseruole Deruta. Ne avete mai sentito parlare?


La fuseruola è una piccola sfera in maiolica con un foro centrale che serviva per bilanciare il fuso nel lavoro di filatura, abbassandone il centro di gravità rendendo il filato più uniforme. Nel XIV sec. diventa anche un pegno d'amore: con pensieri ben auguranti di benessere e virtù o il nome della donna, è donata insieme a fuso e rocca.
Le maioliche, in varie forme e dimensioni, sono realizzate e decorate a mano secondo le antiche tecniche della maiolica di Deruta con diverse rappresentazioni e scritte porta fortuna.





Da Anna Lisa e Silvana acquistare queste meravigliose collanine, bracciali, ditali, spille e altri accessori di varie dimensioni e colori e perfino con le iniziali. E se come me non trovate l'abbinata che vi soddisfa (sono molto esigente!) ci sono i kit pronti per farsele da se, basta solo scegliere la maiolica e i materiali e infilare i vari componenti. Sulla pagina facebook di Anna Lisa potete vedere altre maioliche particolari.
Anna Lisa ed il marito sono dei ricercatori che hanno ottenuto il riconoscimento delle fuseruole come souvenir tipico umbro facendo anche parte dell'Associazione ITA centri produzione ceramica per la revisione disciplinare.

Questo è il mio kit per la collana con angioletto messaggero portafortuna.


e questo è il angioletto montato e pronto per essere indossato.



Questo invece è un bellissimo e raffinato angioletto spillone.


Spero di avervi fatto vedere qualcosa di diverso dal solito materiale creativo e che solitamente si fermano solo le "addette ai lavori". Credo però che questi Arti, che fanno parte della nostra cultura, dovrebbero essere maggiormente valorizzare e pubblicizzate perchè oltre a portare con se una parte di storia conservano la passione e la cura per i lavori manuali femminili delle nostre antenate.


Con questo post partecipo alla raccolta di Ispirazioni in Fiera di Ispirazioni & C.


08 marzo 2016

Due anni di blog e un dolce regalo

Due anni di blog e un dolce regalo

08 marzo 2016

Lo so, è un po' di tempo che non posto sul blog, ma ho le mie buone ragioni ve lo assicuro! Sono stata presa da un intenso corso e particolarmente impegnativo che sta per finire, il rientro dalle vacanze di Natale è stato faticoso e continua ad esserlo, perciò il tempo per il blog ne paga le conseguenze.

Ma veniamo a cose più interessanti.
Oggi è un giorno speciale per due motivi: il primo è che questo piccolo spazio festeggia ben 2 anni! Wow, come passa veloce il tempo e devo dire che dagli inizi sono successe molte cose, ho fatto molti cambiamenti, ho imparato moltissimo, ho conosciuto persone meravigliose alcune delle quali ho incontrato di persona e tutto grazie al blog. Sono davvero contenta e soddisfatta dei piccoli risultati raggiunti e non posso che ringraziare tutte voi che mi seguite, mi supportate e mi aiutate.

Grazie di cuore!

Il secondo motivo speciale è che oggi è l'8 marzo, è la Festa della Donna , perciò tantissimi auguri a tutte le donne!

Per festeggiare entrambe gli avvenimenti ho preparato un regalo che andrà ad una sola donna, ma che rappresenterà tutte le donne speciali.

Ecco il mio pensiero interamente progettato e realizzato a mano per l'occasione: un dolcissimo cup cake mimosa puntaspilli (senza spilli, questo è il mio regalo ;P ).

  




Vi piace?

Bene, allora non dovete far altro che lasciare un commento con una frase, una canzone, una citazione, una dedica o qualsiasi pensiero dedicato alle donne. Naturalmente se vi fa piacere potete condividere sui social e coinvolgere altre donne speciali.
Assegnerò ad ognuna un numero e sabato 12.03 farò l'estrazione tramite RANDOM.

Aspetto i vostri commenti e auguro a tutte una felice giornata! Non vedo l'ora di impacchettarlo e spedirlo alla fortunata.

Ecco la fortunata che si porterà a casa il puntaspilli:

Lisa Fregosi


27 novembre 2015

Calendario d'Avvento con calzette rosse

Calendario d'Avvento con calzette rosse

27 novembre 2015

Ci siamo quasi, il 1° dicembre  è quasi alle porte, ed io ho terminato in tempo il mio Calendario dell'Avvento.
L'anno scorso il tema erano le stelle, quest'anno invece volevo qualcosa di più simpatico e ho pensato alle calze rosse di Babbo Natale

Ho realizzato 25 calzette in lana a crochet ricamando a mano tutti i numeri. In effetti l'idea era fare i numeri con la fustellatrice, ma non ho la dimensione adeguata, o comprarle in legno o feltro, ma non le ho trovate, perciò mi sono arrangiata pensando ad una valida alternativa. Sì, perchè non sempre è necessario avere attrezzi di tendenza o spendere capitali in accessori per arrivare ad un buon risultato finale, a volte ci si può reinventare con quello che si ha.


Ho appeso poi tutte le calzette su un albero in legno già pronto da montare, tipo questo, scelta ideale avendo il tempo contato. Ho aggiunto qualche decorazione per rendelo ancora più simile ad un albero di Natale e ora è pronto in salotto per lasciare che mia figlia scopra giorno per giorno cosa contengono le calze.


 



Che ne dite, vi piace l'idea?
Voi avete fatto il calendario dell'Avvento? O magari l'avete comprato già fatto.

Vi auguro un felice weekend.

24 novembre 2015

Mondo Donna autunno 2015: una piccola fiera creativa a Trento città

Mondo Donna autunno 2015: una piccola fiera creativa a Trento città

24 novembre 2015

Domenica 15 novembre ho trascorso qualche ora del pomeriggio alla fiera Mondo Donna edizione autunno a Trento presso Trento Fiere.
E' stata una visita breve perchè ero in compagnia di amiche e di mia figlia, perciò il tempo per fare un vero e proprio resoconto non ce l'ho avuto.
E' stata però un'altra occasione per ritrovarmi con la mia nuova amica Federica con la quale abbiamo scambiato qualche opinione sulla fiera e due chiacchiere e che preparerà un post dedicato all'evento come inviata ufficiale per Ispirazioni in Fiera.

L'area espositiva quest'anno si è particolarmente ridotta ed era sviluppata su di un solo piano. Alcuni espositori secondo me avevano meno materiale dell'anno scorso. In linea generale erano presenti le realtà commerciali della zona ma non solo, quindi la maggior parte degli espositori erano dei negozi e non artigiani. Non vi dico che miriade di gente c'era tra le corsie, non immagino proprio di trovarne così tanta!



Il tema principale era il Natale e in ogni banchetto non sfuggivano decorazioni e addobbi natalizi di ogni genere. Tanto per farti rendere conto che mancano esattamente 30 giorni!


Creazioni de La Pica De Uva

Ho fatto poche foto perchè dovevo rincorrere mia figlia, ma voglio mostrarvi queste che sono particolari.

L'esposizione di Elda Ricci mi ha colpita molto sia per quanto riguarda gli oggetti che crea davvero bellissimi utilizzando filati metallici e pietre naturali ed anche l'ordine e l'eleganza delle sue proposte.
Creazioni Elda Ricci
Questa invece mi ha colpita particolarmente perchè in diversi banchetti, anche chiedendo il permesso di fotografare e spiegare l'uso che ne avrei fatto, le risposte sono state quasi sempre negative. Ci sarebbe molto da discutere su questo argomento, ma non voglio fare polemica sul blog e nemmeno in questo momento in cui si sono cose ben più importati a cui pensare.
Perciò pubblico molto volentieri il cartello esposto dalla merceria Il Bon Bon che invita i clienti a fotografare le proprie creazioni chiedendo in cambio solamente (e non è poco) di essere ricordati come fonte di ispirazione. Io ho apprezzato moltissimo questo gesto delle proprietarie e vi invito a seguirle sulla pagina Facebook, sì, perchè è giusto riconoscere le nostre fonti citandole sempre per correttezza (nessuno inventa nulla!).

Merceria Il Bon Bon
Lo so, il post è particolarmente breve e sicuramente avreste voluto vedere qualcosa di più. Se avete curiosità potete sempre scriverle nei commenti e sarò lieta di rispondere.
Qui potete trovare le foto delle edizioni precedenti, in attesa che carichino quelle dell'edizione autunnale 2015, tanto per farvi un'idea dell'esposizione.

In conclusione la fiera non mi è piaciuta particolarmente tanto nel suo complesso, rispetto anche a quella dell'anno scorso in cui c'erano più dimostrazioni pratiche e corsi da fare. Alcuni espositori, quelli più piccolini, erano davvero sacrificati in uno spazio stretto della serie "esci tu che entro io, questo per me è penalizzante per quei creativi che hanno magari delle novità ma che per mancanza di spazio non gli arrivi nemmeno vicino.
Si tratta però sempre di un'opportunità per trovare qualche chicca, un oggetto particolare o che ti serve o solamente per fare piccoli acquisti di materiale necessario per le creazioni natalizie.

Con questo post partecipo come "Amica delle Comari" alla raccolta di Ispirazioni in Fiera che potete seguire sui social come #ispirazioninfiera.

banner 03