Visualizzazione post con etichetta Diy. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Diy. Mostra tutti i post

13 settembre 2018

Come fare una Pinboard lunare in sughero DIY

Come fare una Pinboard lunare in sughero DIY

13 settembre 2018

In casa non mi piace molto avere i muri pieni zeppi di post-it e adesivi appiccicati a caso. Per questo ho realizzato una bellissima Pinboard Lunare molto bella da vedere e utile da usare. Io la tengo nella craftroom che sto cercando di arredare con un certo stile, ma può essere appesa anche come complemento d'arrendo nel living o in camera. La Luna attrae sempre un sacco di magia e di ispirazione perciò va benissimo collocarla in altri ambienti della nostra casa, o del nostro ufficio, perchè no!


pinboard-lunare-DIT-marymanicreative



Per realizzare la Pinboard ti serviranno pochi materiali e davvero pochissimo tempo.
Ti lascio il breve tutorial con il passo passo.


Occorrente


  • tavola in sughero (io ho preso i sottopentola Ikea)
  • taglierino
  • cordoncino, spago o fili di cotone
  • colori acrilici o spray
  • washitape o nastro adesivo
  • puntine decorative e fermacarte 

pinboard-lunare-DIT-marymanicreative



Come fare


Disegna una falce di luna all'interno del cerchio (vedi foto) e taglia lungo i bordi con il taglierino. Fai attenzione perchè il sughero è molto delicato e potrebbe spaccarsi, oltre a sgretolarsi.

pinboard-lunare-DIT-marymanicreative


Ora avrai tre pezzi. Con quello a forma di foglia ritaglia un piccolo cerchio al centro in modo da ottenere altre tre forme. Così non abbiamo nessun spreco di materiale.
Decora a piacere i vari elementi con colori acrilici, spray, con i washitape o con un pennarello indelebile puoi farci delle scritte a mano o con gli stencil.

pinboard-lunare-DIT-marymanicreative


Disponi gli elementi a tuo piacimento uno in fila all'altro in senso verticale e attaccali con il cordoncino e un po' di nastro sul retro. Con un filo un po' più lungo forma un anello per agganciarlo al muro.

pinboard-lunare-DIT-marymanicreative




La tua Pinboard Lunare è pronta per essere usata! Attacca e pinna biglietti, memo, foto o pensieri e lasciati ispirare dalla magia delle sue forme.



pinboard-lunare-DIT-marymanicreative


pinboard-lunare-DIT-marymanicreative

25 luglio 2018

Come costruire una pressa per i fiori fai da te

Come costruire una pressa per i fiori fai da te

25 luglio 2018

Pressare ed essiccare piante e fiori è un'antica tecnica per preservare queste specie e conservare la loro bellezza nel tempo. All'inizio era il metodo con cui botanici e biologi conservano le specie per studiarle e catalogarle e realizzare dei veri e propri cataloghi ed enciclopedie (gli erbari) contenenti le descrizioni e le caratteristiche di ogni pianta.

Oggi raccogliere e pressare i fiori è diventato oggetto di passioni ed hobby creativi per realizzare tantissimi oggetti e prodotti di home decor. Io lo trovo anche un modo per fermarmi ad osservare ciò che mi circonda, soffermarmi sui particolari degli elementi naturali e ammirarne la complessità nella loro apparente semplicità. Mi piace anche perchè è un lavoro che richiede tempo, cura, attenzione e un po' di pazienza e che mi porta ad immergermi completamente con la testa ed i pensieri in un mondo magico mentre compio tutti i passaggi.



costruire-pressa-fiori-fai-da-te-DIY


Ci sono diversi modi di essiccare: i libri sono di certo i sistemi più diffusi, alla portata di tutti e più economici, poi ci sono le presse che garantiscono una miglior pressatura grazie alla pressione omogenea creata dalla presenza delle viti. Esistono poi i torchi professionali che offrono sicuramente delle migliori garanzie di qualità ma che indubbiamente hanno il loro costo e il loro ingombro.

In questo post ti mostro come puoi realizzare una pressa artigianale in legno fai da te molto semplice per essiccare piante e fiori. L'estate è il momento migliore per raccogliere una grande varietà di specie e realizzare un erbario personale!
Vediamo cosa ti occorre e come fare.


Cosa ti serve



  • 2 tavole di legno multistrato di spessore 1 cm
  • 4 fogli di cartoncino ondulato aerato (recuperabile da scatole di imballaggi)
  • 4 viti di ferro filettate di 8 cm
  • 8 rondelle
  • 4 farfalle da avvitare
  • trapano

costruire-pressa-fiori-fai-da-te-DIY



Come fare


Taglia o fatti tagliare le tavole in legno delle dimensioni di 20 x 25 cm ( o a tuo piacimento con le misure che preferisci, ma ti consiglio di non farla troppo grande, un formato A4 potrebbe essere sufficiente anche per portarlo con sè). Puoi recuperare anche vecchie tavole che hai già in casa, non è necessario acquistare del nuovo compensato, l'importante è che abbiano una superficie abbastanza dritta e omogenea (io ho riciclato delle ante di un mobile di casa che abbiamo smontato).
Con la matita segna quattro punti negli angoli di ogni tavola a 1,5 cm dal bordo esterno.

costruire-pressa-fiori-fai-da-te-DIY



Pratica quattro fori con il trapano negli angoli in corrispondenza dei segni a matita prendendo la misura del diametro della vite che hai comprato. E' conveniente montare le tavole una sopra l'altra e praticare un foro unico per essere più precisi, altrimenti puoi farne una alla volta.

costruire-pressa-fiori-fai-da-te-DIY


Ritaglia i cartoncini ondulati nella misura di 19 x 24 cm (devono essere leggermente più piccoli delle dimensioni delle tavole). Poi taglia gli angoli in diagonale a circa 3,5 cm da ogni lato: in questo modo il cartoncino rientrerà nell'area interna alle viti. In alternativa puoi praticare i fori anche ai cartoncini e inserirli nelle viti, ma io lo trovo un po' più scomodo per l'utilizzo.

costruire-pressa-fiori-fai-da-te-DIY



La pressa è praticamente pronta.
Infilale viti filettate nei fori avendo cura di posizionare le rondelle tra la testa della vite e la tavola in legno. Inserisci i fogli di cartoncino e posiziona la seconda tavola in legno. Infila le altre rondelle e avvita le farfalle.

costruire-pressa-fiori-fai-da-te-DIY


A questo punto puoi decorare la tavola superiore con tutto quello che vuoi: puoi dipingerla, pirografarla come ho fatto io, incollarci dei ritagli di cartoline o illustrazioni a tema botanico o addirittura i fiori pressati una volta pronti, avendo cura di proteggendoli con una mano di vernice protettiva.



costruire-pressa-fiori-fai-da-te-DIY



Come essiccare i fiori: consigli utili



  • Raccogli i fiori o le piante in una giornata asciutta, senza rugiada, e quando il fiore è al massimo della sua fioritura
  • Metti i fiori raccolti nella pressa il prima possibile per conservare al meglio i colori e la loro forma
  • Disponi i vari elementi tra i fogli di cartone in modo da distanziarli bene tra loro posizionandoli su un foglio di carta assorbente o di carta forno.
  • Chiudi la pressa e attendi almeno una settimana prima di aprirla; puoi controllare lo stato delle tue piante anche prima ma meglio aspettare per non compromettere il processo di essiccazione. I tempi di essiccazione variano a seconda della pianta e della tipologia ma in genere sono sufficienti  da 1 a 3 settimane. Meglio controllare di tanto in tanto per evitare spiacevoli sorprese!


Ricordati di rispettare la Natura e avere cura di prendere solo le specie che possono essere raccolte senza deturpare la vegetazione. Se osservi bene intorno a te molto spesso si possono raccogliere anche fiori e petali appena caduti naturalmente dalla pianta, come se fossero una sorta di dono da parte loro.

Buona raccolta e conservazione della bellezza!


costruire-pressa-fiori-fai-da-te-DIY

08 maggio 2018

Un giardino Zen fai da te per la mamma giardiniera - DIY

Un giardino Zen fai da te per la mamma giardiniera - DIY

08 maggio 2018


La Festa della Mamma si avvicina e sei senza idee? Non ti preoccupare, ci ho già pensato io a trovare un'idea originale! Se anche la tua mamma è come la mia un'amante di piante e giardino e soffre quando non può uscire per curare i suoi adorati fiori e fare del sano giardinaggio questa è la soluzione giusta.
Regalale un bel Giardino Zen da curare e sistemare anche nelle più fredde e piovose giornate dell'anno. Potrebbe sembrare strano ma ti assicuro che una volta che inizi a rastrellare la sabbia, spostare e sistemare piante e sassolini oltre ad essere molto divertente il tempo passa velocemente e diventa perfino rilassante: la mente è concentrata sulla sistemazione degli elementi e si perde la cognizione del tempo.


DIY-zen-garden-marymanicreative



Il giardino Zen: molto più che un semplice giardino


Il vero giardino giapponese non ha solo una  funzione estetica, ma ciascun elemento naturale presente in esso è dotato di un preciso significato.
Capace di infondere serenità ed armonia, un vero giardino giapponese è costituito da tre elementi:

• l'acqua, il simbolo della vita, senza la quale non possiamo sopravvivere. Proprio come il sorgere ed il tramontare del sole, l'acqua deve scorrere da est verso ovest oppure essere ferma.

• le rocce, ovvero il punto del giardino in cui regna la pace. 

• il verde, presente durante l'intero corso dell'anno, come ad esempio il muschio o piante verdi come la felce. I fiori sono pochi, in generale camelie, rododendri oppure azalee.


Esistono diversi stili di giardino giapponese e, a seconda degli elementi che caratterizzano ognuno di essi. Quelli che comunemente conosciamo come giardini Zen sono chiamati Karesansui e sono dei veri e proprio giardini secchi in miniatura, caratterizzati dall'assenza di acqua).
I Bonseki sono dei giardini Zen in miniatura (quasi sempre Karesansui, ovvero quelli secchi, anche perché sono più agevolmente riproducibili), creati su vassoi di lacca nera ricoperti di sabbia bianca, sassi e rocce. Per la loro realizzazione e cura si utilizzano strumenti delicati come piume, ramoscelli, setacci e piccole scope.

Il gesto di rastrellare la ghiaia, formando delle linee curve continue intorno ai sassi, rappresenta sì le onde del mare che s’infrangono sugli scogli, ma simboleggia in realtà i pensieri che si scontrano e che, dopo aver percorso ragionamenti e strade differenti, portano a nuove concezioni, a nuovi punti di vista più maturi. 

Coltivare un giardino zen significa coltivare la propria anima e la propria personalità in un percorso di crescita continua.

Creare un guardino Zen è più semplice di quello che immagini. Bastano davvero pochi materiali e poco tempo. Vediamo come fare!



Cosa ti serve


  • un contenitore (un vassoio, una ciotola, un vaso basso)
  • sabbia fina
  • bastoncini e stuzzicadenti
  • ornamenti: piccole piantine, sassi, candele, legnetti
  • colla a caldo o a tenuta forte

tutorial-zen-garden-marymanicreative



Come si realizza


Prima di tutto vediamo come realizzare il rastrello.

Taglia un pezzetto di legno di 4 cm e uno più lungo di 14 cm.
Poi taglia 2 stuzzicadenti partendo dalla punta a circa 2 cm per formare i denti del rastrello.
A questo punto incolla i pezzetti di stuzzicadenti a 0,5 cm sul legnetto più corto
Incolla poi il legno più lungo a metà del pezzo più corto (vedi foto). Lascia asciugare bene la colla.


tutorial-zen-garden-marymanicreative

Ora riempi il contenitore con la sabbia cercando di uniformarla su tutta la superficie.

tutorial-zen-garden-marymanicreative


E' arrivato il momento più divertente: decorare il giardino!
Prendi piantine e decorazioni e posizionale all'interno del tuo contenitore come meglio ti piace. Con il rastrello disegna e traccia cerchi, linee, punti e crea i disegni che ti suggerisce la fantasia.
Qui vedi alcune soluzioni che ho realizzato con diversi elementi da cui puoi prendere inspirazione.



zen-garden-DIY


Con poche e semplici cose puoi realizzare un regalo davvero originale per la tua mamma amante del giardino.



    Condividi e pinna per dopo questa semplice idea


    zen-garden-DIY-marymanicreative




    28 novembre 2017

    Calendario dell'avvento: coni di carta da appendere - DIY

    Calendario dell'avvento: coni di carta da appendere - DIY

    28 novembre 2017

    calendario-avvento-coni-di-carta

    L'avvicinarsi di dicembre è sinonimo di Calendario dell'Avvento.
    Io ne ho sempre avuto uno e tutti gli anni immancabilmente, anche se sono cresciuta, mi piace averlo in casa ed ora che ho una bimba piccola l'idea di farlo da noi mi piace ancora di più. Assaporare quella sensazione di attesa nell'aprire le caselline ogni giorno e contare quanto tempo manca al Natale è sempre piacevole, è un momento per fermarsi e pensare a quanto il tempo passi davanti a noi, con il desiderio che trascorra in fretta e che arrivi presto il giorno di Natale.

    Ogni anno mi piace cambiare soggetto e tipologia per realizzare il nostro personalissimo calendario così da circondarmi di qualche novità creativa. Per il 2016 avevamo costruito insieme a mia figlia delle stelle di carta 3D.
    Quest'anno ho scelto di realizzare dei coni che sembrano quasi delle buste da appendere.
    In casa ho poco posto e nel salotto praticamente nessuna parete libera che vada fino a terra perciò ho temporaneamente tolto dei quadri e appeso il nostro calendario in un posticino comodo e in cui possiamo guardarlo per contare insieme ogni giorno che passa fino alla magica notte di Natale.

    Qui sotto vi lascio il tutorial passo passo per realizzare il vostro Calendario dell'Avvento. Ho pensato che vi avrebbe fatto piacere ricevere in regalo le tag con i numeri da mettere su ogni cono. Potete scaricare lo stampabile più sotto.

    occorrente


    calendario-avvento-coni-di-carta-DIY




     carta o cartoncino tinta unita o decorato
     forbici
     carta adesiva (la trovi nelle cartolerie più rifornite oppure online)
     nastro biadesivo o colla
     punzonatrice
     spago o cordoncino
     bastoncino o altro supporto



    come fare i coni di carta


    Io non avevo a disposizione della carta decorata, non avevo il tempo materiale per andare a prenderla al negozio di bricolage oppure ordinarla on line. Così ho preso dei cartoncini rossi, alcuni recuperati, e ho timbrato la superficie con un piccolo timbro a stella con il colore bianco. Una bella idea di riciclo vero?



    calendario-avvento-coni-di-carta-DIY


    Ritaglia dal cartoncino dei quadrati di 12x12 cm di lato.
    La misura consente di formare un cono in cui inserire dolcetti abbastanza piccoli e non troppo voluminosi. Se hai già idea di metterci dolciumi che occupano spazio basterà aumentare le dimensioni del quadrato.


    calendario-avvento-coni-di-carta-DIY

    Su un lato metti una striscia di nastro biadesivo o un po' di colla.


    calendario-avvento-coni-di-carta-DIY


    Piega prima il lato opposto a dove hai messo l'adesivo o la colla verso il centro del quadrato, poi piega sopra l'alto lato e incollalo a quello sotto formando il cono, proprio come nella foto.


    calendario-avvento-coni-di-carta-DIY


    Ora piega il triangolino per chiudere il cono


    calendario-avvento-coni-di-carta-DIY


    Con la punzonatrice (io ho utilizzato una con la forma a stella) fai un foro al centro della parte in alto per farci passare il cordoncino per appendere il cono.


    calendario-avvento-coni-di-carta-DIY


    Stampa su carta adesiva i cerchietti con i numeri che ho preparato per facilitarti il lavoro.
    Se non hai la carta adesiva puoi sempre stampare su carta bianca e incollare i talloncini con comunissima colla (ottimi adesivi fai da te ^-^).
    Scarica lo stampabile cliccando il pulsante qua sotto





    calendario-avvento-coni-di-carta-DIY

    Ritaglia tutti i cerchietti con la forbice o, per avere un tratto più preciso e uguale, usa una fustella tipo questa (ci sono varie dimensioni).


    calendario-avvento-coni-di-carta-DIY


    Ora riempi tutti i coni con i dolcetti che hai scelto e chiudi l'aletta con gli adesivi numerati.
    Poi infila un cordoncino, dello spago o del nastrino nel foro creato in alto e attaccali al supporto che hai a disposizione, magari mettili ad altezze diverse così da creare un po' di movimento all'insieme.


    calendario-avvento-coni-di-carta-DIY

    Se ti è piaciuto il tutorial condividilo sui social e mi aiuterai a diffondere le idee creative e di ispirazione in questo periodo natalizio. Siamo sempre tutti alla ricerca di qualcosa di speciale!

    01 giugno 2017

    Farfalla segna pianta con fil di ferro e perle DIY

    Farfalla segna pianta con fil di ferro e perle DIY

    01 giugno 2017


    Il 10 maggio Kreattiva ha lanciato la seconda edizione di Danza sulle Ali Colorate , un modo originale per far diffondere il mondo dell'handmade, che spesso conosciamo tanto sul web, portandolo in giro per le nostre città e nella vita reale, attraverso delle farfalle che sono le vere protagoniste di questa avventura.

    La farfalla rappresenta la trasformazione, il passaggio da due realtà che scorrono insieme ma sono così lontane. E' portatrice di bellezza e di grazia e quando ne vedi una che svolazza con le sue ali colorate non puoi che sorprenderti ogni volta.

    Questa è la mia farfalla come contributo all'iniziativa, un semplice segna pianta con fil di ferro e perline.



    Mi ha fatto un grande piacere preparare il progetto e ancora di più abbandonare la farfalla in giro per il paese aspettando che voli via con qualcuno.
    Non so esattamente quanto ci abbia messo a spiccare il volo ma, dopo una settimana, non c'è più e sicuramente qualcuno l'ha raccolta.
    Nel progetto ho pensato di inserire anche un piccolo regalino per chi mai l'avesse portata via, come segno di gratitudine e gentilezza, così ho preparato un sacchettino con un mini kit contenente dei semi di girasole misti , la targhetta per il nome della pianta e un piccolo gessetto.



    Come promesso ecco il tutorial per realizzare la farfalla segna pianta.


    Materiali necessari


    • Un foglio di cartoncino
    • Matita e pennarello
    • Pinze e tronchese
    • Filo di ferro grosso
    • Perline di varie dimensioni
    • Base o compensato (io ho usato il supporto per fare la tecnica del macramè)
    • Spilli o chiodini




    Come fare la farfalla segna pianta con fil di ferro e perle



    1. Disegna il contorno della farfalla creando una serpentina unica con matita e ripassa la forma definitiva con il pennarello sul cartoncino. Puoi farla come vuoi l'importante è che sia un disegno semplice. Puoi prendere spunto anche da quella che ho fatto io.
    2. Fissa il cartoncino alla base di supporto e posiziona gli spilli lungo il contorno in diversi punti, saranno la tua guida, in particolare nelle curve.
    3. Lascia circa 15 cm di filo per la parte della testa e dal centro del corpo inizia a modellare il filo seguendo il contorno tra gli spilli aiutandoti con le mani. Nei punti più critici puoi passare all'interno e all'esterno dello spillo per tenerlo fermo. Termina nel punto di inizio, cioè nella parte centrale del corpo. Lascia circa 30 cm e taglia il filo con il tronchese.



    4. A questo punto stacca delicatamente la tua forma e modella se necessario con le mani o con le pinze.
    5. Con il pezzo di filo più lungo passa attorno al punto centrale per fissare la farfalla attorcigliando il filo un paio di volte.
    6. Sempre con il pezzo di filo più lungo piegalo a metà, giralo un paio di volte su se stesso per irrobustirlo e con l'aiuto delle pinze forma la chiocciolina finale che servirà a contenere la tag.



    7. Nel filo più corto infila le perle ricreando il corpo della farfalla dalle più piccole che formano il corpo alle più grandi per la testa.
    8. Con l'aiuto delle pinze forma la chiocciolina finale per fermare il tutto e creare l'antenna.
    9. Preparala la targhetta con del cartoncino (io ho usato un pezzetto di recupero e della pittura lavagna) e scrivi il nome della tua piantina.


    La farfalla segna pianta è pronta. Non ti resta che infilare la tua farfalla nel vaso!




    Contribuisci anche anche tu a questo percorso realizzando la tua farfalla con la tecnica e i materiali che preferisci e lasciala libera di volare in un posto a te speciale. Chi troverà la tua farfalla potrà ripetere a sua volta il gesto e proseguire l'intento.

     Questo è il banner dell'iniziativa. Per saperne di più su come partecipare clicca sull'immagine.

    iniziativa danza sulle ali colorate 2 edizione

    13 aprile 2017

    Ramo fiorito con fiorellini a crochet - DIY

    Ramo fiorito con fiorellini a crochet - DIY

    13 aprile 2017

    Quando la primavera si fa sentire davvero tra lo sbocciare dei fiori e il caldo del sole e soprattutto si avvicina la Pasqua e c'è voglia di preparare qualche decorazione per la casa mi viene sempre in mente una decorazione in particolare che mi mamma metteva sempre in un angolo della cucina: era un piccolo cestino con degli ovetti e dei pulcini a uncinetto con un ramo di fiori di pesco in cartoncino dipinti a mano. Sempre la stessa e sempre nello stesso posto tanto da diventare un rituale che ancora oggi fa allo stesso modo di allora.
    Io ricordo bene quanto amore c'era nel preparare questo angolino e la Pasqua fa rivivere in me quella sensazione di piacere nei preparativi, un po' come accade per il Natale.

    Quest'anno ho deciso di ricreare il mio angolino pasquale con una creazione che mi ricordasse quel momento. Come sapete amo le cose semplici ma curate e così è nato un mazzetto di rami con dei fiorellini a crochet. E' vero che i fiori veri e freschi hanno tutto un altro effetto, ma ogni tanto avere qualcosa da fare con le proprie mani e che stimola la nostra fantasia e creatività, non può che fare bene e dare soddisfazione. Di vero e naturale però ho usato i rami, direttamente presi fuori casa ^_^




    Occorrente


    • fiori a crochet (per lo schema vedi sotto)
    • ago e filo
    • forbici
    • foglie (io ho usato la fustella Fiori e ramo e poi ho ritagliato le foglie in vari pezzi)
    • colla a caldo
    • rami



    Come fare i fiorellini a crochet


    Per realizzare i fiori a crochet segui lo schema sotto




    1° giro: 4 catenella, chiudere con una maglia bassissima

    2° giro: 3 catenelle (come prima maglia alta), 15 maglie alte nel cerchio del primo giro, chiudere con una maglia bassissima nella terza catenella della prima maglia

    3° giro: 1 catenella, 1 maglia bassa nel punto seguente, 3 maglie alte nel punto seguente, * 2 maglie basse nei punti seguenti, 3 maglie alte nel punto seguente *, ripetere da * a * fino alla fine del giro, chiudere con una maglia bassissima nella prima catenella del giro. Saldare il filo e tagliare l'eccesso.




    Una volta completato il fiorellino con ago e filo a contrasto e crea il centro del fiore cucendo delle piccole linee in corrispondenza di ogni petalo. Realizza poi i pistilli con tanti fili fermati insieme e fissandoli al centro dei petali.



    Se non hai proprio idea di come si tiene in mano un uncinetto puoi sostituire i fiori con dei fiorellini in stoffa o in carta o ancora con quelli finti già pronti.

    Come fare la composizione


    Incolla i fiorellini sulle foglie con un punto di colla a caldo e poi posizionali sui rami in vari punti a piacere.



     Sistema i rami in un vaso e aggiungi un bel nastro colorato o altre decorazioni a tema.
    La composizione è pronta per essere esposta nel tuo angolo preferito come un vaso di fiori o come centrotavola.

    Non mi resta che augurare a tutti una Serena Pasqua!