Visualizzazione post con etichetta Riciclo. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Riciclo. Mostra tutti i post

03 maggio 2016

Profumatore ambienti fai da te con bastoncini e gessetti

Profumatore ambienti fai da te con bastoncini e gessetti

03 maggio 2016

La primavera tarda ad arrivare ma alcuni fiori sono già sbocciati e regalano delicati profumi.
Ho sempre avuto un debole per i profumi (e forse anche di più per le piccole boccettine da collezione) anche se non li uso quotidianamente. In casa invece non mancano mai e di ogni tipo e per ogni evenienza di odore.

In occasione della Festa della Mamma ho pensato a questo bel e utile pensiero: la casa non è mai abbastanza profumata e c'è sempre un odore da coprire!

Eccovi il tutorial per realizzare un profumatore per ambienti con bastoncini e gessetti.



1. Occorrente:
  • gesso ceramico
  • stampo in silicone
  • boccetta di recupero
  • bastoncini in legno di varie misure
  • alcool buongusto
  • oli essenziali

2. Preparare gli stampi in gesso
In una delle ultime fiere ho comprato questi bellissimi stampini a fiore che vedete in foto in cui si può aggiungere un gambo e mi sono sembrati adatti per questo progetto. Se non disponete di stampi così potete usare anche quelli normali badando che la forma sia piuttosto piccola per non appesantire il bastoncino che dovrete inserire in verticale, aiutandovi magari con delle mollette, per tenerlo in posizione fino a che non sarà rappreso.
Per fare  gessetti seguire le indicazioni riportate sulla confezione di gesso ceramico che acquistate (ognuna prevede le sue dosi) e lasciate asciugare bene.

3. Preparare la soluzione profumata
In un contenitore pulito versare 100 ml di alcool buongusto e aggiungere circa 30/35 gocce di oli essenziali o miscele di oli o meglio ancora fragranze. Agitare con cautela e miscelare bene la soluzione. La base di profumo è pronta.

4. Comporre il profumatore
Versare la soluzione profumata nella boccetta. Una volta asciutti i gessetti inserirli nella boccetta sistemando la composizione. Aggiungere a piacere un fiocchetto o una decorazione.

Il vostro profumatore per ambienti è pronto!




Consigli.

  1. Se pensate di fare un regalo potete preparare la soluzione profumata nel vasetto, o in un altro contenitore, munito di tappo e confezionare a parte i gessetti in una bella scatola. In questo modo potete fare un bel pacchetto regalo e la persona che lo riceve lo potrà assemblare in ogni momento!
  2. Sia i bastoncini che i gessetti hanno un alto potere assorbente, perciò vi consiglio di preparare un buona quantità di profumo perchè fino a che il gesso non è abbastanza impregnato continuerà ad assorbire e sarà necessario aggiungere altra soluzione e potrà durare più a lungo.
  3. Una volta che i bastoncini si saranno impregnati di profumo diventeranno molli e potranno cedere. Basterà rompere il bastoncino e continuare ad utilizzare i gessetti come profuma biancheria nei cassetti o negli armadi. La trovo un'ottima soluzione di riciclo.


Buon settimana.

06 novembre 2015

Conserve per l'inverno e nuovi strumenti per la craft room

Conserve per l'inverno e nuovi strumenti per la craft room

06 novembre 2015

Questo doveva essere un post di ottobre, che ormai è passato da qualche giorno e prima che arrivi Natale forse è il caso di pubblicarlo.

Quest'anno l'orto di casa ci ha dato grande soddisfazione, ho raccolto un sacco di verdure! Non sono una donna che passa tanto tempo in cucina (preferisco di gran lunga la mia craft room) ma mi piace molto dedicarmi ai dolci per la colazione con mia figlia, il dopocena in famiglia o la merenda in ufficio. Un'altra cosa che mi piace sono le conserve, perchè durante l'inverno (ma non solo), puoi assaporare gusti e odori delle altre stagioni, e poi vuoi mettere gli ortaggi raccolti nel tuo orto? hanno un sapore nettamente migliore!

Purtroppo abitando in alta montagna, e non riuscendo a star dietro a tutto, non ho possibilità di coltivare tutti gli ortaggi che vorrei, così alcuni li compro o mi rifornisco da conoscenti che hanno piantagioni biologiche.

Quello però che volevo farvi vedere, altre ai gustosissimi peperoncini ripieni, è come fare un copribarattolo semplicissimo e con poco materiale di recupero.


Ho tagliato i cerchi della misura che mi serviva, recuperando degli avanzi di stoffa e ho utilizzato lo strano strumento comprato in fiera a Kreativ 2015: si tratta semplicemente di una taglierina circolare a compasso. E' molto semplice da usare e molto versatile, adatto soprattutto a chi non possiede la Big Shot e le fustelle di tutte le misure necessarie. Mi piace anche perchè non occupa molto spazio (io la tengo nel barattolo delle forbici), ha tutte le protezioni della lama e del puntone, e in più ci puoi tagliare carta, cartoncino e stoffa.

Una volta preparati tutti i dischi non basta altro che posizionarle i cerchi di stoffa sul coperchiometterci un elastico per tenere fermo il tutto e chiudere con uno spago o con del nastro aggiungendo l'etichetta.





Non vi viene già l'acquolina in bocca solo a guardali?
Voi rifornite la dispensa con qualche delizia preparata in casa, magari avete qualche ricetta da condividere? Scrivete tutto nei commenti.

Buon fine settimana
Mary

04 novembre 2015

Come una vecchia gonna può diventare un vestitino

Come una vecchia gonna può diventare un vestitino

04 novembre 2015

Buongiorno!
Chi di voi sta già pensando o preparando addobbi per Natale? Io non sono ancora psicologicamente pronta, ma dopo Halloween mi sono messa all'opera per realizzare nuove creazioni.

Nel frattempo vi mostro questo lavoro di restyling fatto ad una vecchia gonna di mia mamma degli anni '70. La gonna è in velluto ed era ancora in ottime condizioni seppur datata.
Avevo il desiderio di vestire mia figlia con abiti tirolesi in occasione della Desmontegada de le caore, una manifestazione locale che festeggia il ritorno delle capre all'alpeggio, ma sinceramente non volevo spendere i soldi per un vestitino bello e carino che metterà si e no un paio di volte prima che vada fuori misura.


Nel mio piccolo grande deposito di stoffe (lo so, dovrei fare un po' di degluttering ma è sempre molto difficile) ci sono anche vecchi abiti dismessi in attesa di essere utilizzati per farci qualcosa prima di essere definitivamente eliminati, ma prima mi deve venire il pallino giusto per poterli usare.
Ecco che da questa gonna in velluto blu non ho avuto dubbi che doveva trasformarsi nel vestito tirolese per la bambina
Sempre nel mio deposito avevo una mia vecchia blusa in pizzo Sangallo, disfatta e rimodellata per realizzare la camicetta da portare sotto al vestito.
Anche per il grembiule  ho usato uno scampolo di stoffa in cotone elasticizzato che avevo avanzato da altri lavori, come pure il pizzo cucito attorno.
Per il modello dell'abito ho preso spunto da un modello visto su Burda modificando le misure delle varie parti e adattando il disegno in base al taglio di stoffa che avevo a disposizione.



Non poteva mancare qualche dettaglio.




Sono molto soddisfatta del risultato finale e anche Aurora ne è stata molto contenta, sembrava una bambolina, ed ha pure posato come modella.



Mary

18 settembre 2015

Hanging garden con gusci di cocco - tutorial

Hanging garden con gusci di cocco - tutorial

18 settembre 2015

Un'altra settimana giunge al termine e io oggi sarò in fiera a Kreativ a Bolzano. Poi vi racconto che cosa ho visto tra le novita e natualmente che cosa ho comprato (è impossibile resistere alla tentazione di tornare a casa a mani vuote!).

Questo post vi ho mostrato come realizzare una pianta sospesa riciclado i gusci del cocco, promettendo che oggi vi avrei spiegato come farne una senza l'uso del trapano.
Ecco la versione hanging garden realizzata con la tecnica della "rete da pescatore" o chiamata anche macramè. 



Occorrente:
  • Spago
  • Forbici
  • Un anello in metallo (ma va bene anche in legno o plastica) 
  • Perline in legno a piacere

Per iniziare:

Tagliare 6 pezzi dd spago lunghi circa 1,50m



Foto 1 : far passare tutti i fili allinterno dell'anello e piegarli a metà lunghezza

Foto 2 : fare un nodo semplice per bloccare il gruppo di fili

Foto 3 : ora dividere i fili in coppie di due separandoli bene

Foto 4: prendere la prima coppia di fili e a circa 30cm fare un nodo, ripetendo la sressa cosa per tutte le altre coppie. Se desiderate infilare le perine questo è il momento. Dopo aver messk le perle ricordate di fare un nodo per fermarle.

Foto 5: ora dividete nuovamente i sei fili in altre coppie cercando di creare dei rombi e fate un nodo. Procedete così per un altro paio di giri.

Foto 6: terminata la rete annodate insieme tutti i fili con un altro nodo.

Il vostro portapianta è pronto per accogliere il guscio, basterà allargare la rete e adagiare all'interno il guscio.


Spero di aver dato indicazioni chiare, il procedimento è semplice, con le immagine si dovrebbe capire abbastanza. Per qualsiasi chiarimento scrivetemi pure, sarò felice di darvi indicazioni.

In base alla dimensione del guscio le misure potrebbero variare, basterà regolarsi bene prima di tirare forte i nodi.

Buon fine settimana.
Mary

15 settembre 2015

Piantina sospesa con i gusci di cocco - DIY

Piantina sospesa con i gusci di cocco - DIY

15 settembre 2015

Buongiorno!
Come è iniziata la vostra settimana?
Io ho avuto parecchio da fare negli ultimi giorni e le giornate sono abbastanza piene di impegni.
L'inizio dell'asilo è andato bene ma adesso facciamo i conti con la voglia di dormire al mattino e i primi freddi che ti fanno ritardare il momento della discesa dal letto.

Oggi vi mostro un'altra idea di recupero dei gusci delle noci di cocco. Qui potete trovare la prima proposta di riciclo che ho già postato.

A chi non piacciono le piantine grasse? Solitamente sopravvivono anche a chi ha il pollice nero, perchè sono molto resistenti e hanno bisogno di poche cure.
Ultimamente sul web vengono proposte molte composizioni di piante "sospese", così ho creato questo vaso con il guscio del cocco per ospitare una piccola piantina (non solo piante grasse!).



Eccovi il DIY della piantina sospesa per realizzare la vostra pianta sospesa.
E' davvero di semplice esecuzione e non necessita d tante spiegazioni. Se avete dubbi o chiarimenti non esitate a scrivermi.


Non ho finito: non siete pratiche di arnesi come trapani e avvitatori o non li avete in casa o il marito non vi aiuta in una faccenda così banale? Niente paura, venerdì posto un'altra idea per realizzare la pianta sospesa senza dover fare i buchi. Stay tuned!

Mary

09 settembre 2015

Conchiglie al vento - DIY

Conchiglie al vento - DIY

09 settembre 2015

Tutti al mare non resistono alla raccolta di qualche conchiglia da portarsi via come ricordo, figuriamoci quando hai dei bambini, con i quali in vacanza hai l'appuntamento quotidiano per la passeggiata sulla spiaggia con la raccolta dei pezzi più belli e particolari!
Io negli anni ne ho collezionate parecchie e come la tante creative le ho mese da parte con l'idea "prima o poi mi torneranno utili per qualcosa". 
L'altro giorno stavo sistemando la mia craft room e mi è passata per mano la scatola in cui le ho riposte e mi sono detta che era giunto il momento di usarle.

Il primo progetto che vi mostro è una bellissima campana eolica fatta di conchiglie.
E' davvero semplicissima da fare.



Occorrente:
  • conchiglie
  • spago o corda
  • giostrina mobile (io ho preso questa di Opitec)
  • perline in legno
  • trapano (o il alternativa un punteruolo)

Procedimento
  1. con il trapano, e chi non ce l'ha può fare anche con un punteruolo prestando molta attenzione, fare un forellino in corrispondenza della parte appuntita della conchiglia
  2. prendere lo spago e fare un nodino ad un capo. infilare una conchiglia dalla parte concava e fare un altro nodino. Procedere un questo modo alternando conchiglie e perle facendo un nodino sempre prima e dopo ogni pezzo, fino alla lunghezza desiderata
  3. annodare il filo alla giostrina



La vostra campana eolica di conchiglie è pronta per essere appesa e dondolare al soffio del vento.



Seguitemi perchè ho in serbo altri progetti con le conchiglie, così anche voi saprete come utilizzarle!

Mary

04 settembre 2015

La candela nel guscio: DIY con il cocco

La candela nel guscio: DIY con il cocco

04 settembre 2015

Oggi un piccolo regalo DIY di fine estate!

Chi non ha degli avanzi di cera messi da parte, dei rimasugli di qualche candela? 
Eccovi una semplice idea di recupero per realizzare delle candele usando i gusci delle noci di cocco gustato durante le calde giornate d'estate.


Il mio angolino zen è pronto, ora accendo la candela, l'incenso e mi godo un po' di relax.



Vi è piaciuto?

Buon  weekend e ci rileggiamo la prossima settimana per il prossimo DIY con i gusci di cocco.


NOTA: Mi sono anche impegnata nella grafica per rendere il tutorial un po' più carino visivamente. Lo so che non ci vuole tanto, ma da una principiante penso che il tentativo possa andare bene, che ne dite?

06 maggio 2015

Un cuore con messaggio per la Festa della Mamma

Un cuore con messaggio per la Festa della Mamma

06 maggio 2015

Buongiorno amiche!


Come promesso nel post di lunedì oggi vi regalo un altro piccolo tutorial in tema Festa della Mamma.
Avete pensato di regalarle un fiore? Le mamme apprezzano sempre i fiori, che siano acquistati in fioreria o un  mazzolino di fiori di campo, non resistono alla loro bellezza.

Questa è una decorazione che potete aggiungere alla vostra piantina: un cuore sagomato con messaggio di auguri.


È molto semplice da fare. 

1. Vi occorrerà :

  • fil di ferro un po' grosso
  • cordoncino colorato
  • nastro di carta da fiorai (in alternativa potete usare un bel washi tape. i miei sono in arrivo proprio oggi!)
  • bastoncino in legno (o spiedino)
  • tronchesino
2. Prima di tutto bloccate gli estremi del cordoncino con un po' di nastro adesivo in modo che non si disfi. Iniziate poi ad avvolgere il cordoncino sul fil di ferro che verrà totalmente ricoperto dal cordone rimanendo all'interno dei due fili ritorti.
3. Date al cordoncino la forma di un cuore, aiutandovi con uno stampo dei biscotti sarà  più facile e diventerà meglio; chiudete con un giro di fil di ferro.




4. Posizionate il cuore sopra al bastoncino e avvolgere con il nastro carta tutto il gambo.
5. Aggiungete un fiocchetto e un bigliettino e la vostra decorazione è pronta per essere infilata nel vaso.


Spero vi sia piaciuto.
Voi che cosa avete realizzato o comperato alla vostra Mamma?

Felice giornata
Mary

04 maggio 2015

Piccoli vasetti per piante grasse riciclando le mollette

Piccoli vasetti per piante grasse riciclando le mollette

04 maggio 2015

Chi non muore si rivede!

E' un pochino che non passo di qua, ma aprile è stato un mese piuttosto impegnativo sia a livello fisico che mentale e sono contenta sia finito!
Ma lasciamo da parte aprile per accogliere Maggio, un mese che mi sta particolarmente  a cuore per tanti motivi, uno tra questi è il complanno della mia bimba, la gioia più grande della mia vita.

Ma maggio è anche il mese in cui si festeggia la Mamma. Le avete già preparato comprato un regalo?
Se non ci avete ancora pensato e volete realizzare qualcosa fatto da voi, vi lascio una piccola idea facile e veloce: un vasetto con una pianta grassa utilizzando le mollette.



Occorrente:
  • un barattolo in latta (quelli dei legumi vanno benissimo)
  • mollette in legno usate o acquistate quelle già pronte nei negozi di bricolage
  • colla a caldo
  • nastri e decorazioni 
  • pianta grassa
Prima di tutto lavate bene il contenitore.
Procedete poi ad incollare le metà delle mollette sul barattolo avendo cura di posizionare la parte più grossa in fondo. Se avete delle mollette in legno vecchie, dovrete prima togliete la molla e usatele come sopra.
Una volta completato il giro e ricoperto tutto il barattolo potete decorarlo a piacere con quello che più vi piace o che avete in casa da recuperare.
Sistemate un  po' di terriccio nel barattolo, e adagiate la piantina (se avete comprato quelle con le spine mimraccomando usate i guanti! ).

Ecco, il vostro piccolo vasetto è pronto per essere confezionato e regalato, magari accompagnato da un bel bigliettino.



Facile, vero? Abbiamo anche fatto del riciclo!

Mercoledì arriva un altro piccolo Diy per la Festa della Mamma.

A presto!
Mary

20 gennaio 2015

DIY RICICLO - BARATTOLO PORTA ACCESSORI

DIY RICICLO - BARATTOLO PORTA ACCESSORI

20 gennaio 2015

Oggi un piccolo diy tutto a base di riciclo.

Era tanto che volevo realizzarne uno (mi riferisco al barattolo, ma anche al diy), ma non avevo a disposizione il giusto materiale di riciclo, e sinceramente l'idea di comprarne apposta non mi piaceva.
Così dopo le feste natalizie ho avuto modo di mettere da parte quello che mi serviva recuperandolo da pacchetti e confezioni che ho ricevuto in regalo. 

Eccovi il progetto.

1. Occorrente:
  • 1 barattolo di latta
  • spago, anche diversi, e colorati
  • colla a caldo o nastro biadesivo
  • decorazione

2. Avvolgete il filo attorno al barattolo partendo dal fondo cercando di tenerlo più vicino possibile e non lasciare spazio. Potete fermare il filo con della colla a caldo o in alternativa mettere qualche pezzetto di nastro biadesivo (niente colla vinilica o simili perchè potrebbe ossidare la latta)


3. Applicate una decorazione. Io ho fatto un rotolino con un po' di spago avvolgendo il filo a spirale su un pezzetto di cartoncino come base, poi, con lo stesso filo ho creato i petali del fiore


4. Inserite gli accessori nel barattolo. Io ci ho messo le forbici e qualche strumento di taglio. All'interno del barattolo ho fissato un ritaglio di panno in modo tale che le lame delle forbici non si rovinino



Vi è piaciuto?

Semplice ma utile e alla portata di tutti!

Mary

22 dicembre 2014

Tea da bagno per momenti di relax

Tea da bagno per momenti di relax

22 dicembre 2014

Buon lunedì!

Ho un sacco di cose da farvi vedere e poco tempo per mettere insieme i pezzi e scrivere i post.
Nel fine settimana però ho fatto qualche foto e oggi posso mostrarvi una delle ultime realizzazioni che ho portato al mercatino fatto a Trento.


L'idea è nata perchè ho realizzato degli oggetti dedicati alla cura e al benessere, che vi farò vedere nei prossimi post, e cosa c'è di meglio di una pausa relax con un buon tea caldo e fumante!
Però c'è il trucco, sì, perchè queste bustine da tea in realtà sono bustine di tea da bagno!

Ho cucito delle bustine da tea con del lino avanzato da delle tende, imitando proprio quelle vere, riempiendole poi con una miscela di bicarbonato, amido, erbe. Ho chiuso tutto e ho cucito per ogni bustina una piccola tag realizzata con la big shot e questa fustella con scritto il contenuto.


questa è la versione alla camomilla...


 mentre questa è alla lavanda.


Ora non resta che preparare la vasca da bagno con dell'acqua bella calda e immergere le bustine perchè rilascino le proprietà benefiche del contenuto.


Mary

01 dicembre 2014

L'albero dell'avvento stelline e cioccolata

L'albero dell'avvento stelline e cioccolata

01 dicembre 2014

Ebbene si, siamo arrivati anche quest'anno all'ultimo mese dell'anno,  che è anche il più decorato e ricco di luci.

Mi sono sempre piaciuti tutti i tipi di calendari ma quello dell'avvento è sempre stato il più desiderato fin da piccola per il piacere dell'attesa nell'aprile la finestrella e confrontare con i miei fratelli il cioccolatino trovato.

Quest'anno  però ho voluto realizzare qualcosa di originale per la mia piccolina, che sebbene abbia appena due anni e mezzo, i numeri li sa già  contare ma non ancora riconoscere, potrà imparare con questo Albero dell'Avvento

Da quando ho la macchina da cucire non ho mai e poi mai pensato di usarla per cucire altro che non fosse stoffa, ma girovagando sul web e vedendo tanti bei progetti, ho deciso di provare qualcosa di nuovo. Così  ho cucito con la carta da pacco, che adoro per l'estrema versatilità,  24 stelline ripiene di cioccolata, o meglio, ho trovato al supermercato una confezione di soldini della famosissima peppa pig, in voga tra i più piccoli, e gli intramontabili ememems.



Poi ho recuperato dei rami della legna che ci serve per il focolare (per gentile concessione del marito che ringrazio per la collaborazione), li ho tagliati in diverse misure e li ho legati insieme con del semplicissimo spago da cucina creando una sorta di alberello. Su ogni rametto ho appeso le stelline con del filo di cotone rosso formando un fiocco. Infine ho legato in alto un pezzetto di filo per appenderlo al muro ad altezza bimba.



Questo è il risultato finale.
Il progetto è molto semplice e alla portata di tutti quelli che vogliono farlo da se.






Spero tanto vi piaccia, noi lo adoriamo e stasera (momento in cui siamo tutti insieme a casa) apriremo la prima stellina. Sono un pochino emozionata al pensiero!



Il mio tempo è sempre poco, ma come vedete non perdo occasione per creare. Non vedo l'ora di farvi vedere le mie ultime creazioni che sto preparando per il prossimo mercatino di Natale.


Mary

Con questo post partecipo alla raccolta di Kreattiva per i progetti di Natale dedicata ai Calendari d'Avvento




scadenza 10/01/2014

09 settembre 2014

Tempo di vendemmia e di raccolto

Tempo di vendemmia e di raccolto

09 settembre 2014

Buongiorno e buon martedì!

Stiamo arrivando alla fine dell'estate e nelle campagne a settembre è tempo di vendemmia.
Anche noi, nel nostro piccolo terrazzo a quota di 1000 s.l.m., abbiamo una piccola pergola di 6 anni che in autunno ci regala dell'ottima uva fragola. 
Dovete sapere che è piantata in una piccola aiuola ma ogni anno è sempre più rigogliosa e piena di frutti. 
Questa è la situazione attuale della vigna, ci vorrà ancora qualche settimana affinchè si possa fare il raccolto (e sperando che il tempo sia di parte!).


Le radici delle viti hanno un fascino particolare dovuto alla loro naturale contorsione, ai loro nodi e alle loro tonalità di colore.
Un paio di anni fa ho ingaggiato mio marito per recuperane un pezzo perchè avevo in mente di sfruttarla come supporto per un ramo di rose rosse in raso.
Ecco che ne è uscita questa composizione: una pezzo di ramo (che per qualcuno può esserne insignificante) è risultato un buon sostegno per il ramo di rose, che grazie al raso lucido e al colore rosso accesso ne hanno risaltato la forma.







 A presto
Mary


29 maggio 2014

Due manici e una federa

Due manici e una federa

29 maggio 2014


Rieccomi dopo qualche giorno di pausa.

Oggi vi mostro un idea di riciclo partendo da due manici in ferro apribili e una federa un po' datata...


Il risultato? 
Una borsa per la spesa in stile anni '70 double face.
Semplice ma utile per le piccole commissioni quotidiane.


A presto.
Mary

17 maggio 2014

Colazione col caffè

Colazione col caffè

17 maggio 2014

Era da qualche anno che avevo acquistato due tovagliette americane in  plastica trasparende da decorare, ma mai più mi veniva l'ispirazione giusta per farle, ho cambiato idea un sacco di volte.
Poi un giorno mi sono decisa, non potevo aspettare ancora altrimenti le avrei usate così com'erano, anche se di sicuro non mmi sarebbero piaciute così anonime.
Allora ho cercato tra le mille cose archiviate nell'armadio della mia craft room ciò che poteva tornarmi utile e ho scavato dei tovaglioli da decoupage con una stampa ricca di chicchi di caffe: non ho avuto dubbi! quelli dovevano essere usati.


Mi piacciono un sacco le silouette così ho disegnato una tazza e il suo cucchiaio e due grandi chicchi di caffè, li ho ritagliati dai tovaglioli e con la tecnica del decoupage li ho incollati sulle tovagliette. 
Ho ritagliato anche il bordino di contorno per finire un po' meglio il lavoro e sullo sfondo ci ho messo della carta di riso.
Diciamo che questo lavoro posso considerarlo anche di rischio di materiali che avevo, alla fine non ho comprato nulla!


La coppia di tovagliette che uso al mattino (ma in tanti altri momenti della giornata) per la mia colazione. 


Mary